,,

Virgilio Sport SPORT

Allegri-Juventus: ora cambia tutto

Il divorzio sembrava un'ipotesi più che percorribile ma la vittoria sull'Atletico Madrid può modificare gli scenari.

Se i giudizi nel mondo del calcio possono cambiare tra un weekend e l’altro, figurarsi cosa può succedere a distanza di tre settimane.

Il mondo attorno e dentro la Juventus non è cambiato, ma si è rovesciato tra il 20 febbraio e il 12 marzo. La notte del Wanda Metropolitano, teatro di una delle prestazioni più opache della storia recente dei bianconeri in Champions, ha fatto da contraltare il 3-0 dell’Allianz Stadium firmato Cristiano Ronaldo, appena 21 giorni dopo.

Atletico sbricilato per una vera impresa sportiva che la squadra di Allegri ha realizzato contro tutti i pronostici e dopo una serie di prestazioni non esaltanti in campionato, in particolare quella di Napoli.

Ora quindi è il tempo delle rivincite in particolare per il tecnico livornese, che da sicuro partente dopo l’andata degli ottavi sta scalando le simpatie dei tifosi juventini: “Sapevamo che c’era pressione su di noi, ma abbiamo giocato anche con equilibrio” ha detto Allegri a fine partita, per poi gustarsi il sapore del riscatto con la sua consueta ironia: “Quelli che criticano? Non sono problemi miei. Da cinque anni sono qui, fortunatamente ho avuto dei giocatori che hanno vinto tutto o quasi. Sono gli altri che si devono fare curare, mica io. Lo dico sempre che ci vogliono i dottori bravi, e anche molta pazienza. Ma comunque meglio che ci siano le critiche, fanno bene ed io mi diverto. La fortuna? Il fattore C è molto importante".

Eppure, le critiche feroci dei tifosi al presunto non gioco della squadra avevano amareggiato Allegri più di altre volte, al punto da prendere, all'indomani della sconfitta dell'andata, la decisione di uscire dai social, dove molto spesso il tecnico della Juventus aveva celebrato le imprese della propria squadra.

Fatto sta che lo spartiacque del 12 marzo rischia di cambiare molte cose anche per il futuro della Juve, leggi le scelte in vista della prossima stagione. Dopo che per tre settimane l’addio di Allegri è parso sicuro, ora la situazione può ribaltarsi, magari complice anche il ritorno di Zinedine Zidane al Real Madrid. Altri ex volteggiano sulla panchina di Max, da Deschamps a Conte, ma il carro di Allegri rischia di popolarsi sempre di più. Per scoprirsi magari superaffollato il 1° giugno dopo la finale di Madrid.

Calciomercato 2019, le trattative e gli scambi di oggi in diretta LIVE

SPORTAL.IT | 13-03-2019 09:25

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...