SPORT
  1. Home
  2. CALCIO
  3. SERIE A

Allegri rivela: "Ecco come abbiamo smaltito la rabbia di Madrid"

Il tecnico della Juventus commenta la netta vittoria sulla Sampdoria, torna sulla beffa di Champions e parla di futuro.

Bravo e pure fortunato, il Generale Allegri rimette in ordine le fila bianconere e veleggia verso il quinto scudetto della carriera, quarto personale consecutivo. La Juventus si mette definitivamente alle spalle le scorie della beffarda eliminazione in Champions League subita a Madrid, con tutte le polemiche che ne sono seguite, e scappa a +6 sul Napoli grazie alla rotonda vittoria sulla Sampdoria.

Se non è la fuga decisiva, poco ci manca, ma il tecnico bianconero prevedibilmente tiene basso il profilo a una settimana dallo scontro diretto e anzi scherza sulla mossa che ha cambiato la partita contro i blucerchiati, l’ingresso di Douglas Costa, autore di tre assist, per l’infortunato Pjanic: “Dobbiamo ringraziare Pjanic che si è fatto male perché magari in quel momento non avrei cambiato… Douglas e Higuain erano due giocatori che volevo mettere per cambiare la gara, poi ho scelto il brasiliano per allargare la Samp. Allungo decisivo per lo Scudetto? Assolutamente no. Era importante vincere dopo Madrid e i ragazzi sono stati bravi perché non era facile dopo una gara dispendiosa come quella contro il Real. Dovevamo essere attenti e giocare una partita intelligente: abbiamo aspettato il momento giusto e siamo stati bravi. Il Napoli sta facendo un grande campionato ed è ancora in corsa. Noi dobbiamo pensare a mercoledì, affronteremo una squadra che si sta giocando la salvezza e poi avremo lo scontro diretto: le prossime due sfide saranno quasi decisive, ma bisogna avere pazienza”.

E a proposito di scelte azzeccate, va a segno pure Höwedes, preferito a Lichtsteiner e appena alla seconda presenza, un girone dopo la prima: “Era un match difficile e lui stava bene. Ha avuto un’annata nefasta perchè è stato fuori a lungo, ma credevo che questa fosse la gara giusta per lui: ha dimostrato di essere un giocatore importante, stiamo parlando di un titolare della Germania Campione del Mondo. Sono contento per il suo gol, se lo meritava perché è un grande professionista e un ragazzo serio”.

I temi caldi però sono altri. Il futuro di Mister Max e una succosa rivelazione sul post-Madrid…: “Io bravo a mantenere la calma dopo l'eliminazione? È il mio ruolo, ma eravamo tutti amareggiati. Ci siamo sfogati per due giorni a Vinovo e abbiamo analizzato la partita. La realtà è che bisognava stare attenti sul fallo laterale: rigore o non rigore, con più attenzione non si prendeva il cross e non accadeva nulla. Futuro? Forse sono state travisate le mie parole. Ho solo detto che come sempre mi incontrerò con la società per programmare il futuro: ho un contratto fino al 2020 e c’è totale sintonia con la società. Poi nel calcio bisogna fare un passo alla volta, magari non vinciamo niente e a qualcuno potrebbero nascere dei dubbi…”.
 

SPORTAL.IT | 15-04-2018 18:40

Allegri rivela: 'Ecco come abbiamo smaltito la rabbia di Madrid' Fonte: Getty Images

SPORT TREND