,,
Virgilio Sport SPORT

Ancelotti-De Laurentiis, durissime parole contro arbitri e Var

Monta la rabbia in casa Napoli dopo il pareggio casalingo contro l'Atalanta: nel mirino la direzione di Giacomelli e l'operato della video assistenza.

Il mercoledì della 10a giornata di campionato si è aperto con il pareggio del Napoli, rimontato due volte in casa dall’Atalanta e ora ancora più distanziato da Juventus e Inter, vittoriose di misura su Genoa e Brescia. La gara del San Paolo si è però chiusa con la rabbia furente di giocatori, allenatore e società azzurra nei confronti della direzione dell’arbitro Giacomelli e delle scelte del Var Banti. Al centro del mirino il contatto tra Llorente e Kjaer, non giudicato da rigore, dopo il quale è partita l’azione che ha portato al definitivo pareggio dell’Atalanta siglato da Ilicic.

Dopo la rete dello sloveno è successo di tutto, con lunghe proteste dei giocatori di Carlo Ancelotti: non si è giocato per diversi minuti e alla fine è stato allontanato dal campo proprio il tecnico emiliano, che nel post-gara, ai microfoni di 'Sky Sport', ha perso il consueto aplomb per attaccare duramente Giacomelli e il Var: “L’episodio è chiarissimo, Kjaer si è disinteressato del pallone. Al Var hanno guardato il gomito di Llorente, ma hanno preso una topica, punto e basta. Mi sento attaccato è un attacco alla mia serietà, alla mia squadra e alla mia società”.

Ancelotti ha poi descritto le modalità della propria espulsione: “Giacomelli mi ha chiesto ‘Aiutami a fare ordine’, gli ho risposto: ‘Ma non ti viene il dubbio che hai sbagliato?’. E mi ha buttato fuori”.

Più articolato, ma non meno arrabbiato e addolorato, il pensiero del presidente Aurelio De Laurentiis, che ha ugualmente parlato a 'Sky Sport': "Il problema è che io non credo che Rizzoli e Nicchi svolgano al meglio il loro lavoro. Loro diranno: 'Non sta a De Laurentiis dirlo'. E io gli ribadirò che invece De Laurentiis, come gli altri 19 Presidenti delle altre società che finanziano il calcio italiano, hanno il diritto di essere ascoltati. Altrimenti il Sig. Nizzoli e il Sig. Nicchi si beccheranno dagli 80 milioni di napoletani e da tutti gli italiani che sono stanchi di questa prosopopea e di questa supponenza, come se noi fossimo davanti a degli dei greci. E invece no, bisogna con grande umiltà cercare di far capire le cose”.

ADL non entra nel merito dell'episodio incriminato: "A velocità normale, quello su Llorente è rigore tutta la vita, ma il problema non è se è rigore o non è rigore, il problema è di dire: 'Dagli la soddisfazione, a chi ha dato l’anima, a chi si è contrapposto onorando la maglia, agli spettatori e ai tifosi di tutte e due le squadre che stanno allo stadio, fagli vedere attraverso il Var come sono andate le cose'. Poi si può accettare che il nuovo regolamento dica una cosa piuttosto che un’altra, ma questa intoccabilità di Rizzoli e di Nicchi ci dà estremamente fastidio perché loro, senza di noi farebbero la fame. Se esiste il Var, è inutile creare 8-9 minuti di tempo supplementare perché ci si spintona, si discute”. 

Sull'espulsione di Ancelotti: “Ma cos’è questa cafonata di un arbitro che si permette di buttare fuori un signore, un grande signore come Carlo Ancelotti? Ma se io fossi Carlo Ancelotti direi: 'Ma io me ne vado dall’Italia, da questo paesaccio dove a un certo punto gli arbitri non sanno arbitrare come in Inghilterra, perché si fa a cazzotti, si rallentano i ritmi e si fischia a dismisura e si sospende la partita 27 mila volte per cui ci vogliono 5, 8, 10 minuti di recupero ogni volta'". 

“Ho il diritto per i soldi che investo nel calcio, per il rispetto dei miei calciatori, per il rispetto anche dell’altra squadra, di vedere le immagini al Var – la conclusione – Non possiamo pagare e comprare giocatori per centinaia di milioni, non possiamo permettere che la maggior parte delle squadre di Serie A dell’alta classifica abbiano 500, 600 milioni di debiti per far giocare questi signori a che cosa? Ma questi signori venissero in campo a discutere con noi, avessero il coraggio e gli attributi per dire, invece di pontificare sempre dall’alto. Ma chi siete?".
 

SPORTAL.IT | 31-10-2019 08:25

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...