,,
Virgilio Sport SPORT

Atalanta, Inter, Milan o Roma: tutto sull'ultimo sprint Champions

Chi potrebbe raggiungere Juventus e Napoli nella prossima edizione del massimo torneo continentale.

In quattro per la Champions League, con una maratona che sarà decisa all'ultimo chilometro. E se per qualcuno si tratta di amministrazione quasi ordinaria, di raggiungere un obiettivo ampiamente prefissato a inizio stagione, per altri c'è in palio il ritorno ad antichi fasti o addirittura un traguardo storico e mai raggiunto in precedenza.

Atalanta, Inter, Milan e Roma. In rigoroso ordine alfabetico, ma anche di classifica. Saranno due tra queste quattro a fare compagnia a Juventus e Napoli nella prossima edizione della Champions League. Direttamente ai gironi e senza forche caudine di turni preliminari, come avvenuto in un passato anche recente e che più volte ha visto cadere squadre italiane contro avversarie non sempre irresistibili.

Chi sa di potersi basare esclusivamente sulle proprie forze sono le due nerazzurre, in particolare l'Atalanta clamorosamente terza. Basterà vincere contro il Sassuolo, nella sfida casalinga tenuta curiosamente a Reggio Emilia, in quel Mapei Stadium che in Europa è la casa dei bergamaschi ma in serie A lo è proprio dei neroverdi. E anche la mancata vittoria può segnare la storia: avverrà in caso di pareggio se una delle milanesi non vincerà, e anche di sconfitta (ma solo se anche l'Inter perderà, oppure il Milan non vincerà, oppure con un pareggio del Milan arriverà il ko della Roma).

Gasperini è stato chiaro: "Siamo vicini al traguardo e inevitabilmente c'è un po' di tensione, ma è positiva. Il nostro massimo obiettivo prima era l'Europa League e non pensavamo di essere in lizza per la Champions a una giornata dalla fine. L'attesa c'è. Paradossalmente potremmo anche arrivare terzi, con la nostra stagione che diventerebbe ancora migliore".

In casa Inter la consapevolezza è quella che una vittoria casalinga sull'Empoli varrà la Champions, il pari deve essere accompagnato dal pari del Milan, la sconfitta deve coincidere con contemporanei ko di Milan e Roma. Intanto Spalletti prova a predicare calma: "Sarà una finale, con un carico emotivo importante. Ma siamo abituati e in particolare lo sono io. Non ci preoccupiamo di alcune partite perse in passato, ci stiamo riempiendo la testa solo di positività per riportare l'Inter in Champions. Icardi-Lautaro? Sarà la partita di entrambi".

E il Milan? Ai rossoneri potrebbe non bastare vincere in casa della Spal se sia Atalanta che Inter faranno lo stesso contro Sassuolo ed Empoli. E tra mercato, fair play finanziario e futuro del club e suo personale, Gattuso è pronto a togliersi qualche eventuale sassolino dalle scarpe: "Non è bello far passare il concetto che 65 punti fatti e una gara ancora da giocare sia la normalità, una roba dovuta e già tutta scritta. Sembra che tutto questo gruppo non valga nulla, che tutti devono andare via e sono solo scappati di casa. Ma non è così, è vero che abbiamo sbagliato ma fatto anche cose positive. Abbiamo fatto più punti rispetto agli ultimi anni, sulla carta c'erano squadre più forti di noi. Poi se andiamo in Champions League vediamo, voglio proprio vedere chi sale sul carro… Poi ad alcuni di voi vi prendo a legnate".

La Roma ha solo due possibilità su 81 di farcela: vincendo con contemporanee sconfitte di Atalanta, Inter e Milan, o trionfando con cinque gol di scarto con Inter e Milan comunque perdenti. Ma Ranieri non si dà per vinto: "C'è ancora una possibilità remota di entrare in Champions League. Bisognerà fare cinque gol al Parma e vedere ai risultati delle altre? E noi ci proveremo".

Chi avrà ragione? La risposta domenica sera, verso le ore dieci e mezza. A quel punto parleranno solo i numeri.

SPORTAL.IT | 26-05-2019 10:39

Atalanta, Inter, Milan o Roma: tutto sull'ultimo sprint Champions Fonte: Getty Images

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...