SPORT
  1. Home
  2. CALCIO
  3. COPPA ITALIA

Atalanta nella storia: sarà in finale di Coppa Italia

Gli orobici soffrono con la Fiorentina, poi vincono per 2-1 con le reti di Ilicic e Gomez.

Atalanta-Fiorentina 2-1 vale la finale di Coppa Italia per i bergamaschi, che non ottenevano questo traguardo dal 1996 (all'epoca a batterli furono proprio i viola, con Ranieri in panchina e Batistuta in campo). Non è però una partita facile per i nerazzurri di Gian Piero Gasperini, in svantaggio dopo 3 minuti e dominati dai viola nei primi 10 (almeno due colossali occasioni del raddoppio per gli ospiti). Poi il rigore di Ilicic e il destro di Papu Gomez (con evidente complicità di Lafont) regalano ai bergamaschi una storica finale a Roma.

Si parte dal 3-3 di Firenze, con coda polemica per gli scontri tra alcuni pullman di tifosi bergamaschi e le forze dell'ordine locali, a pochi metri dal casello autostradale di Firenze Sud. E la tensione intorno allo stadio di Bergamo è alta già un'ora prima che la partita inizi, tanto che scoppia qualche tafferuglio tra i tifosi gigliati e le forze dell'ordine.

Poi si gioca, e Montella dimostra di aver studiato a fondo la temibile Atalanta di Gasperini: già al 3' infatti Chiesa coglie di sorpresa l'intera retroguardia orobica e lancia nello spazio Muriel, che come all'andata sorprende l'Atalanta, si fa metà campo di corsa e solissimo davanti a Gollini lo batte. Dea colpita a freddo e che rischia il naufragio già al 5', con Chiesa che sguscia tra quattro difensori dell'Atalanta e conclude con la punta: palla larga di pochissimo. Ancora più colossale è l'occasione che capita sui piedi di Veretout all'11': con l'Atalanta tutta in avanti, il francese supera di slancio De Roon e Freuler, si fa metà campo di corsa palla al piede, ma poi tira clamorosamente addosso a Gollini.

L'Atalanta, che sembra completamente fuori dalla partita, si sveglia improvvisamente al 13': con un pizzico di astuzia Gomez si procura un calcio di rigore finendo a terra sul contatto con Ceccherini, Calvarese ordina la massima punizione che il Var Orsato conferma. Sul dischetto si presenta l'ex Ilicic che al 14' trasforma con il sinistro. Il pareggio che varrebbe la finale sveglia i nerazzurri, che tornano a proporre il loro gioco arioso sulle fasce. Così al 38' è Gosens a colpire di testa sul gran cross di Castagne, ma la palla danza a un metro dalla linea senza che nessuno intervenga.

Pochi istanti dopo l'intervallo la Fiorentina prova a replicare quanto avvenuto nel primo tempo, con Muriel che trova uno splendido lancio per Benassi, ma Gollini esce con grande puntualità e gli mura la conclusione di sinistro. La partita però si è psicologicamente ribaltata e nella ripresa è l'Atalanta a controllarla a piacimento. Così i nerazzurri fanno girare palla e con azioni avvolgenti provano a trovare il gol della vittoria: ci provano Zapata, Ilicic e Pasalic (subentrato a Freuler), ma a trovarlo è Gomez al 69': dopo un lungo possesso palla dell'Atalanta, il Papu punta la porta dalla destra e lascia partire un rasoterra su cui Lafont interviene malissimo, con il pallone che termina alle sue spalle.

Nel finale la partita si innervosisce, volano cartellini gialli ma la Fiorentina non riesce più a rientrare in partita. Anzi, è la formazione orobica a divorarsi il terzo gol: all'87' Zapata vince un duello in area e si presenta davanti a Lafont, poi però incespica sul pallone e si fa anticipare dal portiere viola. Finisce così, e a Bergamo si scatena la festa.

SPORTAL.IT | 25-04-2019 22:52

Atalanta nella storia: sarà in finale di Coppa Italia Fonte: Getty Images

SPORT TREND