,,
Virgilio Sport SPORT

Atalanta più forte della tensione: 1-0 sull'Ajax e ottavi centrati

I nerazzurri soffrono per 85 minuti, poi Muriel firma il successo. Gomez titolare, Ilicic in panchina per tutto il match.

Un 1-0 sudatissimo al termine di una delle giornate più difficili della sua storia recente. Lo raccoglie l’ Atalanta , che in quel di Amsterdam soffre contro l’ Ajax ma riesce a vincere nel finale grazie alla firma di Luis Muriel . In questo modo per il secondo anno di fila la Dea vola agli ottavi di finale di Champions League . E lo fa dopo la tanta tensione che si era respirata sulla tenuta dello spogliatoio.

C’era un clima molto teso intorno all’Atalanta , in particolare dopo le voci di rottura tra Gasperini e Gomez che erano circolate in maniera incontrollata nelle ore precedenti alla partita di Amsterdam. Eppure il tecnico di Grugliasco dà ancora fiducia al Papu , regolarmente titolare e con la fascia da capitano al fianco di Duvan Zapata .

La partita però è nervosa , e si capisce sin dai primissimi minuti. I ritmi sono bassi e l’Ajax non riesce a velocizzarli in avvio. Dal canto suo però l’Atalanta appare contratta e senza idee , tanto da inanellare addirittura diverse imprecisioni in fase di palleggio e appoggio.

Le doti offensive della Dea però rimangono, tanto che la prima vera occasione della partita è firmata De Roon : l’olandese sfrutta una triangolazione Gomez-Zapata degna dei tempi d’oro, ma spreca tutto calciando alle stelle.

Il primo tempo resta comunque all’insegna delle imprecisioni: Romero salva tutto nell’area orobica, Djimsiti per poco non combina un pasticcio, Gosens non sfrutta un potenziale pallone d’oro in area. A pochi secondi dall’intervallo, Gollini dice di no a Brobbey.

Nella ripresa, se possibile, la tensione cresce ancora di più . Subito Promes impegna Gollini, poi l’Atalanta sale d’intensità e colleziona calci d’angolo. Onana però è poco impegnato dai nerazzurri, e quando lo fa per poco non compie un disastro con l’uscita spericolata di pugno.

Decisivo però è soprattutto Gollini dall’altra parte : lui temporeggia su un folle retropassaggio di Djimsiti (poi Freuler ferma con le cattive Huntelaar), sua la prodezza su Klaassen al 75′ .

Gasperini si gioca i primi cambi solo negli ultimi dieci minuti: entra anche Muriel al posto di un opaco Zapata . Quindi l’Ajax resta in dieci per il secondo giallo a Gravenberch .

E proprio Muriel firma la sudatissima vittoria atalantina, lanciato perfettamente nello spazio da Freuler e capace di saltare Onana depositando il pallone nella porta sguarnita all’85’ . E tanto basta.

OMNISPORT | 09-12-2020 20:55

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...