,,
Virgilio Sport SPORT

Azzurri, "Mancato rispetto a Di Biagio". Il 20 maggio il nuovo ct

"Nessuno ha la bacchetta magica. Mi scappa da ridere quando sento che le prestazioni della Nazionale dipendono dal Ct", spiega Cabrini.

Antonio Cabrini, campione del mondo nel 1982 e bandiera della Nazionale italiana e della Juventus, difende Gigi Di Biagio dalla critiche dopo la sconfitta degli Azzurri contro l’Argentina: “In questo momento ci poteva star tutto, non è facile superare il momento delicato del calcio italiano. Nessuno ha la bacchetta magica. Mi scappa da ridere quando sento che le prestazioni della Nazionale dipendono dal Ct, chi dice così capisce poco di calcio. Un allenatore della Nazionale può avere il 15-20% di responsabilità sull’andamento della squadra, il resto dipende dai giocatori. Il problema è atavico, il calcio italiano se lo sta trascinando da parecchio tempo e il campanello d’allarme è arrivato con la mancata partecipazione al mondiale”, spiega a Radio Sportiva.

L’affondo al commissario straordinario della Federcalcio Fabbricini (“Cerchiamo il meglio per la Nazionale”) non è piaciuto all’ex Azzurro: “Le parole di Fabbricini? Puoi anche essere il migliore ma se non hai giocatori di esperienza internazionale e che giocano nei loro club cosa può fare un grande allenatore? Le parole del commissario sullla ricerca del futuro ct mi sono sembrate una mancanza di rispetto nei confronti di un allenatore che sa già di essere un traghettatore, non erano parole al posto giusto nel momento giusto”.

“L’ultima Nazionale che ha fatto bene è stata quella del blocco juventino di Conte, serve tempo e pazienza, senza farsi prendere dalla frenesia – continua Cabrini -. Perché vengano fuori giocatori all’altezza e che giochino in maniera continua nei propri club”.

Nella serata di sabato, Alessandro Costacurta, sub-commissario della Federcalcio, ha annunciato la data dell’annuncio del nuovo commissario tecnico della Nazionale italiana: il prossimo 20 maggio.

“Gigi Di Biagio è un grande tecnico. Serio, preparato, competente. E Bravo. E’ una importante risorsa del calcio italiano e il suo futuro in azzurro è scritto: o resterà commissario tecnico o farà parte dello staff tecnico della Nazionale. Il nome del ct dell’Italia lo conoscerete il 20 maggio, fisso questa data. Sarà Di Biagio oppure un altro. Qualcuno di meglio forse c’è ma sarà a disposizione, sarà libero?”. In corsa Conte, Mancini e Ancelotti.

SPORTAL.IT | 24-03-2018 18:53

Tags:

Leggi anche:

SPORT TREND

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...