Virgilio Sport

Bellinazzo: “Rischio collasso per i club se la serie A si ferma" 

Il giornalista fa i conti in tasca alle società in caso di sospensione del campionato

04-03-2020 12:07

Bellinazzo: “Rischio collasso per i club se la serie A si ferma"  Fonte: 123RF

In attesa del provvedimento del Governo circa lo stop per 30 giorni delle manifestazioni sportive a porte aperte, il calcio si interroga sul come garantire la regolarità del campionato e delle altre competizioni stagionali. Una regolarità che è necessaria per la credibilità del nostro calcio e, di conseguenza, per le sue finanze. 

Il rischio sospensione

Sulla questione ha fatto il punto Marco Bellinazzo, giornalista del Sole 24 Ore, che ha indicato quello che, in questo momento, è il pericolo maggiore per i club di Serie A. “Difficile dire quanto costerebbe sospendere il campionato – ha scritto il giornalista su Twitter -. Tra diritti tv e sponsorizzazioni per 6 mesi la Serie A incassa circa un miliardo, più 200 milioni da stadio. A fronte di costi che non diminuirebbero significherebbe mandare gamba all’aria il 75% dei club…”. 

Il suo tweet provoca i commenti dei follower. Vittorio, polemicamente, ribatte: “Lo sa quanto costerebbe mandare in tilt il Sistema Sanitario Nazionale invece?”. Ma Bam Bam difende la tesi di Bellinazzo: “Andare avanti a porte chiuse serve proprio per non mandare in tilt il SSN, senza le tasse del calcio”. 

La stessa soluzione viene indicata dallo stesso Bellinazzo in un altro tweet. “Ribadisco che questa per me è la soluzione migliore. Giocare a porte chiuse. Più avanti si vedrà in base all’evoluzione dell’epidemia”. E poi il giornalista aggiunge: “Emergenza coronavirus: calcio a porte chiuse e un aiuto fiscale (magari da scommesse sportive)…”. 

La soluzione

Tra i follower, qualcuno come Federico punta il dito contro la Juventus: “Avevano deciso così anche in lega. Poi all’improvviso hanno cambiato idea. Come mai? È tutto qui”. 

Lostrettogatto dà ragione al giornalista: “Lo vado dicendo da due settimane ormai. Rinviare non serve a nulla. Sospendere nemmeno. Annullare significherebbe perdere centinaia di milioni di euro. Se la situazione rimarrà questa le porte chiuse sono l’unica soluzione. Poi si vedrà in base ai peggioramenti o miglioramenti”. E Sandra chiosa: “le persone sensate dicono questo, chi ha bisogno di soldi dice il contrario”. 

Leggi anche:

Caricamento contenuti...