SPORT
  1. Home
  2. CALCIO

Biasin si scusa con Leonardo e annuncia prossimo tecnico Inter

Il giornalista si sbilancia anche sul futuro di Icardi

Un mea culpa sul Milan e un’analisi approfondita della situazione dell’Inter. Fabrizio Biasin, nel suo editoriale su Tmw, si sofferma soprattutto sulle milanesi e parte dai rossoneri per dire: “Siccome dico da un anno “Gattuso è bravo” non andrò avanti a dire “io l’avevo detto che era bravo, io, io, io!” ma farò, al contrario, ammenda. Pensavo onestamente che Leonardo avesse combinato una mezza putt… con Paquetà e, vi dirò, anche quei 35 milioni per Piatek mi parevano esagerati. Errore maximo! Il brasiliano è calciatore-europeo più europeo di molti calciatori europei e il polacco, beh… non è che ci sia molto da aggiungere rispetto al primo gol contro l’Atalanta. E allora presento le mie umili scuse (anche se il vero capolavoro lo hanno fatto al Genoa: 4.5 milioni)”.

DA WANDA A ICARDI –  “L’Inter ha vinto tre partite in 8 giorni ma questa cosa interessa molto poco alle masse. Tutti parlano del caso-Icardi. Il caso-Icardi è molto semplice: la pace tra le parti è assai difficile perché lui si sente “tradito” dalla società e la società si sente “tradita” dal giocatore. Al di là delle parole è veramente difficile trovare un punto di incontro, in particolare con l’allenatore. Se il gruppo (croati a parte) non ha alcun problema con l’argentino, il tecnico sembra non aver digerito affatto le recenti dichiarazioni di Wanda Nara (“Non capisco perché non ha fatto giocare di più Lautaro”). Il tecnico è giustamente inc… e lo ha fatto capire anche nel post Inter-Samp (“doveva venire nello spogliatoio”). Insomma, la situazione è tutto tranne che risolta ed è veramente difficile immaginare quando Icardi potrà rimettere piede in campo.  Paratici vuole davvero Icardi? Forse sì, magari invece no. In fondo sa perfettamente che (detto simpaticamente) “rompere le balle” agli avversari non costa nulla… e a volte serve. A giugno il divorzio è assai probabile, resta solo da capire quale possa essere la destinazione del giocatore. Di sicuro non la Juve, del resto l’ad Marotta e Zhang sono stati molto chiari a tal proposito.

L’ALLENATORE – “Ecco, Marotta: la disciplina è infine arrivata ad Appiano Gentile sotto forma di “chi sgarra paga” e “il gruppo viene prima del singolo”. Per questo il “trattamento Icardi” è probabile che venga riservato anche ad altri giocatori ritenuti, diciamo così, “non impeccabili”, così come è ancora più probabile che a giugno si realizzi una vera e propria rivoluzione a più livelli. Ben sapete che da sempre il sottoscritto parla dell’”ombra di Conte su questo o quell’allenatore” come di una costruzione giornalistica…Ebbene, in questo specifico caso, la “ciccia”, c’è: contatti informali ci sono già stati, quelli formali dovrebbero avvenire in un futuro non lontano (e lontano da sguardi indiscreti…). Totale: Marotta vuole vincere, per farlo intende utilizzare il metodo che meglio ha funzionato in Italia negli ultimi 7 anni e che, guarda caso, porta il suo nome”.

SPORTEVAI | 19-02-2019 08:38

Biasin si scusa con Leonardo e annuncia prossimo tecnico Inter Fonte: Ansa

SPORT TREND