,,
Virgilio Sport SPORT

Splendida Federica Brignone, Gigante di bronzo

L’Italia femminile torna sul podio dello sci dopo il 2002. Paris sfiora la medaglia in discesa.

È la giornata dello Sci Alpino in Corea del Sud: finalmente il vento dà un po’ di tregua, ed è dallo Yongpyong Alpine Centre che arrivano le maggiori soddisfazioni di giornata per i colori azzurri.

Federica Brignone è di Bronzo nello Slalom Gigante femminile, riportando la nazionale femminile di sci sul podio olimpico per la prima volta da Salt Lake City 2002 (e in Gigante da Nagano 1998). È grande Italia, perché tutte le nostre 4 arrivano tra le prime 11: 5° un’ottima Marta Bassino, al suo esordio olimpico; 8° Manuela Moelgg, delusa dopo aver chiuso al comando la prima manche; 11° Sofia Goggia, qualche errore di troppo nella specialità che preferisce meno.

L’oro va una super Mikaela Shiffrin, con l’americana che inizia al meglio i suoi Giochi, mentre l’argento va alla norvegese Mowinckel, che precede la Brignone di soli 7 centesimi.

Trionfo Norvegia nella discesa maschile, con l’oro che va all’eterno Aksel Luis Svindal, che torna sul podio olimpico dopo Vancouver 2010. Precede il connazionale Jansrud, che a Sochi fu bronzo nella specialità. Al 3° posto lo svizzero Feuz, che precede un ottimo Dominik Paris, 4° a 36 centesimi. 6° Peter Fill, a 65 centesimi dal podio, mentre Christof Innerhofer è lontano: 17°.

È un bel 6° posto nel programma a coppie di pattinaggio di figura per il duo Marchei-Hotarek, che nel programma libero si migliora di una posizione. Il podio è comunque lontano, e in cima c’é una sorpresa: il duo tedesco Savchenko-Massot rimonta dal 4° posto nel programma corto e con un super punteggio di 159.31 (6 punti più di tutte le altre coppie) nel libero conquista l’oro per la Germania. Argento ai cinesi Sui e Han, bronzo ai canadesi Duhamel-Radford, che precedono i russi Tarasova-Morozov. Bel 10° posto per l’altra coppia italiana, Della Monica-Guarise.

Un po’ di delusione per gli azzurri nello snowboard cross maschile: Omar Visintin, tra i principali candidati per una medaglia, cade negli ottavi di finale dopo una buona partenza. I migliori italiani sono Perathoner e Godino, che si fermano ai quarti di finale.

SPORTAL.IT | 15-02-2018 07:30

Tags:

Leggi anche:

SPORT TREND

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...