Virgilio Sport

Bruno Longhi esagera su Ronaldo, social scatenati

Il giornalista di Mediaset troppo severo con il fuoriclasse della Juve

12-11-2019 11:23

Bruno Longhi esagera su Ronaldo, social scatenati Fonte: 123RF

Che abbia sbagliato probabilmente lo sa anche lui e magari a quattr’occhi con Sarri e nel chiuso degli spogliatoi lo riconoscerà pubblicamente ma da domenica sera nei confronti di Cristiano Ronaldo è partito un gioco al massacro. Non è il primo (ricordate Chinaglia, ben più esplicito nei confronti del ct Valcareggi ai Mondiali ’74?) nè sarà l’ultimo ad aver preso male una sostituzione ma è ovvio che quando si parla del n.1 al mondo tutto fa più rumore.

LE CRITICHE – In questi giorni si è sentito e letto di tutto, veleni e polemiche, il labiale del giocatore vivisezionato frame dopo frame, con interventi di tifosi, opinionisti e addetti ai lavori. Quasi tutti concordi con la condanna al giocatore ma c’è chi è andato oltre.

L’ACCUSA – Bruno Longhi non si limita a criticare l’atteggiamento del portoghese ma lo addita al pubblico ludibrio. Per il giornalista di Mediaset Ronaldo è un esempio negativo che può fare molti danni.

LA CENSURA – Parlando a Radio sportiva Longhi dice: “Il caso Cristiano è pericoloso per i bambini, c’è il rischio che i ragazzi che giocano a calcio si sentano autorizzati a mandare a quel paese l’allenatore al momento della sostituzione”.

L’ERRORE – Il giornalista prosegue: “Nonostante si cerchi di edulcorare l’atteggiamento del giocatore, ha sbagliato. Così come ha sbagliato la società Juventus a non multarlo. Sarri ha fatto bene a sostituirlo. Non è la prima volta che un calciatore sostituito si arrabbia, rientra nella normalità. Ma te sei Cristiano e dopo aver sbagliato devi rendertene conto, una piccola scusa la dovevi mettere in evidenza”.

LA MOSSA – Longhi conclude così: “Cristiano si è arrabbiato perché per lui è una cosa quasi insolita. Alla Juve la percentuale di sostituzione di CR7 è del 7%, ma il gesto è comunque da censurare. Bravo Sarri ad aver fatto una mossa che gli ha permesso di vincere la partita”.

LE REAZIONI – Sui social arrivano reazioni rabbiose alle parole di Longhi: “Bevete responsabilmente…altrimenti dite queste cose” o anche: “Si rimprovera il ragazzo magari spiegandogli che anche Ronaldo in una simile occasione ha sbagliato. Ma smettiamola di delegare l’educazione ai giocatori”.

IL CASO – I fan bianconeri sono furiosi: “Avete notato che ormai non c’è più una pausa nazionali senza “Caso Ronaldo”? È diventato un appuntamento fisso! Si passa dalle violenze sessuali, alle menate per il Pallone D’Oro, ai dissapori con Sarri” o anche: “Sono vicende che si risolveranno tra allenatore e giocatore. Ronaldo è lui con i suoi pregi e difetti, ha costruito il suo successo attorno alla voglia di dare sempre il massimo e le sue reazioni sono sintomo di uno che non si accontenta MAI. Non bisogna sempre parlare”.

L’IRONIA – C’è chi dà in parte ragione a Longhi: “Ti do ragione sul fatto che i bambini assorbono tutto dai campi di serie A” mentre la chiosa è divertente: “Juventus, nessuna sanzione disciplinare per il caso Ronaldo: Sarri non sarà multato”.

Leggi anche:

Caricamento contenuti...