Virgilio Sport

Bufera Juventus-Napoli, duro contrattacco del club partenopeo

Mattia Grassani, legale del Napoli, ribadisce la sua posizione: "3-0 a tavolino? Lo sport perderebbe un'occasione importante".

05-10-2020 12:31

L’annullamento di Juventus-Napoli per il forfait del club campano porta con sé inevitabili strascichi di una polemica che non accenna affatto ad affievolirsi, anzi. Dopo la lettera di Aurelio De Laurentiis e la frecciata di Andrea Agnelli dopo l’ufficializzazione del forfait, è arrivata nella mattinata di lunedì la controrisposta, durissima, del legale del club partenopeo Mattia Grassani, intervistato nel corso della trasmissione ‘Radio Anch’io Sport’ su Radio Rai 1.

“Mi indigna che qualcuno possa pensare che l’Asl  condizioni il campionato – ha chiosato l’avvocato Grassani -. L’unico interesse è quello della salute della gente, credo che quello delle Asl sia un ruolo primario che anche il Ministero della Salute riconosce. Non è il Napoli che ha scelto di non andare a Torino “.

“Se il Napoli fosse partito si sarebbe esposto a responsabilità penali e a rischi sanitari – ha aggiunto il legale -. Se domani il giudice sportivo decidesse di dare il 3-0 a tavolino e un punto di penalizzazione al Napoli, lo sport perderebbe un’occasione importante per dare un segnale diverso. Il Napoli non ha avuto scelta, i giocatori erano pronti a partire”.

L’avvocato ha poi ribadito che il Napoli si è attenuto rigorosamente al regolamento: “Il protocollo che richiama la circolare del 18 giugno stabilisce che in caso di contatti stretti a decidere che tipo di quarantena si debba fare è l’Asl territoriale. E non vedo come possa essere diverso” ha detto.

Grassani ha infine lanciato una frecciata nemmeno troppo indiretta ai vertici del calcio, colpevoli a suo dire di non aver predisposto un piano alternativo in caso di blocco dei campionati per l’aumento dei contagi da coronavirus: “In questo momento non ci sono le condizioni ma certamente serve predisporre un Piano B o valutare un format diverso di campionato come fatto nelle categorie inferiori alla fine della stagione 2020 e come ha fatto la Uefa per finire Champions ed Europa League”.

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...