,,
Virgilio Sport SPORT

Chirico: Tifavano per squalifica e ora vogliono Cr7 in manette

Delusi dalla sentenza Uefa si aggrappano alla giustizia Usa

Fuoriclasse che fa solo il bene del calcio italiano o fenomeno mediatico da distruggere per coinvolgere così anche la Juve? Addetti ai lavori e tifosi si dividono su Ronaldo, anche se dietro l’accanimento nei confronti di Cr7 ci sarebbe l’atavico odio per la Vecchia Signora secondo alcuni. Come Marcello Chirico, ad esempio, che su calciomercato.com racconta di come gli “odiatori” ora si aggrappino alla giustizia americana per il caso del presunto stupro dopo essere rimasti delusi dalla giustizia sportiva europea che non ha squalificato il giocatore per il gestaccio nella gara con l’Atletico Madrid. Chirico scrive: “Adesso non resta che puntare tutto sulla Mayorga, ammesso che la giustizia statunitense ritenga fondate le sue nuove accuse e riapra il procedimento penale nei confronti di Cristiano Ronaldo. È la speranza alla quale si aggrappano tutti coloro i quali, fino a giovedì scorso, hanno sperato e tifato per la squalifica di CR7 in Champions League, ma la Uefa li ha purtroppo delusi: nessuno stop forzato per il portoghese, solo una multa di 20mila euro per la sua esultanza volgarotta al termine della sfida con l’Atletico. Giusto così, per senso di equità con quanto deciso nei confronti di Simeone, autore di un gesto analogo nella gara d’andata”.

I CRITERI – Ovviamente per Chirico la multa è la punizione giusta: “Un criterio decisionale non condiviso, però, da chi ha coltivato fino alla fine aspettative diverse dal giurì di Nyon. Per il gusto di vedere penalizzata la Juventus, la nemica di sempre, mica Ronaldo! Ronaldo e Simeone che mimano los huevos, Kessie e Biglia che si insultano in panchina (solo per citare esempi recenti); nessuno di loro si è reso protagonista di comportamenti encomiabili, e infatti sono stati tutti multati. Chi dalla Uefa, chi dal proprio club. Sfumata la squalifica, questi “cultori dei veri valori dello sport” tifano ora per la Mayorga, tornata alla carica con la storia dello stupro di cui sarebbe stata vittima nel 2009 e per il cui silenzio Ronaldo ha pagato 375mila dollari”.

LE SPIEGAZIONI – Che ci sia accanimento, Chirico non ha dubbi e aggiunge: “Il New York Times sostiene che quest’estate la Juventus non disputerà gare della International Cup in Usa proprio per evitare il possibile arresto del calciatore nell’ambito dell’indagine riaperta a Las Vegas. Come sia possibile, non essendo stato aperto un nuovo processo e non esistendo alcun mandato d’arresto nei confronti del calciatore, i cronisti del NYT dovrebbero spiegarcelo. Non solo non lo fanno, ma in Italia qualcuno gli si è subito messo in scia aprendo già un caso sulla decisione della Juve di disputare le partite in Cina. Il club l’ha motivata come scelta commerciale, con lo scopo di implementare il marketing bianconero in quella zona geografica. Gli crederanno? Non penso. Quindi, cari juventini, preparatevi: altro che squalificata, ora vogliono vedere CR7 in manette!”.

SPORTEVAI | 25-03-2019 09:15

Chirico: Tifavano per squalifica e ora vogliono Cr7 in manette Fonte: Ansa

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...