,,
Virgilio Sport SPORT

Cittadella, la favola è finita: il Verona sale in serie A

Gli scaligeri rimontano dopo il 2-0 subito all'andata e vincono per 3-0: decide il gol di un ex, Di Carmine.

Verona-Cittadella 3-0 sancisce il ritorno in serie A degli scaligeri, in grado di rimontare il 2-0 subito all'andata e di stroncare la favola dei granata che si sono arresi a 20 minuti da una storica promozione. Decisive le reti di Zaccagni e Laribi a fine partita, ma il gol che davvero cambia la storia del match è il secondo, trovato dall'ex Samuel Di Carmine con un pazzesco colpo di tacco.

Clima assolutamente elettrico al Bentegodi sin dall'ingresso in campo delle squadre: il pubblico di casa incendia l'ambiente con cori incessanti, anche durante l'Inno di Mameli che apre la sfida decisiva per la promozione in A. Il Cittadella dal canto suo può schierare 3000 tifosi che a loro volta sostengono gli uomini di Venturato verso la storica impresa.

La tensione in campo è altissima: nei primi 12 minuti arrivano ben tre cartellini gialli, incluso quello a Di Carmine per un'entrata con il piede a martello sul portiere Paleari. Decisivo nell'andata al Tombolato, il numero 1 granata parte benissimo anche al Bentegodi con un doppio miracolo all'8': prima sul bolide da fuori area di Laribi, quindi di puro istinto sulla successiva conclusione di Di Gaudio. Il Cittadella prova a rallentare i ritmi e a giocare con tranquillità, ma il Verona è indiavolato. In particolare sono Laribi e Zaccagni a creare parecchi grattacapi agli ospiti sulle fasce. Proprio quest'ultimo, quindi, sblocca il punteggio al 27' sfruttando un'azione sontuosa dei suoi: splendida triangolazione tra Di Carmine e Faraoni, servizio in profondità per Zaccagni che scatta sul filo del fuorigioco e batte Paleari.

L'1-0 aumenta ulteriormente l'elettricità della partita, dato che al Verona manca una sola rete per centrare la promozione. E gli scaligeri non ci pensano proprio a calare d'intensità: anzi, al 33' Laribi semina il panico a destra, salta secco Adorni e serve al centro Di Gaudio che spara un tiro tanto potente quanto impreciso. Venturato urla ai suoi, che solo a fine tempo riescono a ripresentarsi dalle parti del portiere del Verona Silvestri: né Diaw né Moncini riescono però a inquadrare lo specchio della porta.

La ripresa si apre con ritmi più blandi in campo, con il Cittadella che sembra aver trovato le misure agli avversari: addirittura Iori di testa non va lontano dal pareggio. Ci prova poi da lontano Henderson, Paleari dice ancora di no. La partita però cambia improvvisamente al 62', quando Parodi compie un intervento non cattivo ma scomposto su Vitale: già ammonito, si becca il secondo giallo e viene espulso. Gli equilibri del Cittadella a questo punto saltano, Aglietti manda subito in campo Pazzini e il Verona segna il gol-promozione. A trovarlo però è Di Carmine, che appostato sul primo palo sfrutta l'assist di Vitale e con un gran colpo di tacco beffa Paleari.

Panico sfiora sempre di tacco il gol che riaprirebbe tutto per il Cittadella, poi i granata perdono la testa: anche Proia viene espulso all'80' per un fallo di frustrazione di Zaccagni e Laribi in contropiede fa 3-0 all'83'. Verona canta e vive il suo sogno, la favola del Cittadella invece termina in un brutto incubo.

SPORTAL.IT | 02-06-2019 23:26

Cittadella, la favola è finita: il Verona sale in serie A Fonte: Getty Images

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...