Virgilio Sport

Claudio Marchisio si emoziona dando l'addio

"Sono stato fortunato. Ora non so cosa farò" ha ammesso.

03-10-2019 15:21

Claudio Marchisio si emoziona dando l'addio Fonte: 123RF

Un emozionato Claudio Marchisio ha confermato la decisione di dare l’addio al calcio. Lo ha fatto nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta all’Allianz Stadium.

“Il mio è stato il sogno di un bambino e poi di un ragazzo che aveva talento: ma per realizzarlo sono serviti anche testa, dedizione e fortuna. E io nella vita ne ho avuta tanta. I compagni e gli allenatori con i quali ho lavorato mi hanno regalato emozioni e momenti indimenticabili in campo e fuori. E’ stato un sogno realizzato, quello di arrivare a giocare nella mia squadra del cuore, la Juventus” ha spiegato davanti a una platea di giornalisti.

“Nel corso di questa estate ho vissuto un periodo molto difficile, vedevo che il mio corpo non reggeva più quanto avrei voluto. Sono iniziate le domande: in questi casi se non puoi dare quello che hai sempre dato è giusto arrivare a una decisione” ha aggiunto l’ormai ex centrocampista. Marchsio avrebbe potuto continuarem le opportunità le ha avute: non se l’è sentita. “Sono arrivate offerte importanti, da altri continenti e altri paesi, ma non avrei rispettato me stesso accettandole non potendo più dare quello che avrei voluto” ha chiarito.

“Ora cambia tutto, inizia un nuovo percorso: non bisogna avere del futuro ma guardarlo con curiosità, è quello che mi hanno sempre insegnato in famiglia. Non so ancora cosa farò, neanche se resterò nel calcio. Ora è giusto staccare e prendermi un po’ di tempo per la mia famiglia” ha chiosato.

In carriera Marchisio ha vinto sette scudetti, quattro Coppe Italia e tre Supercoppe Italiane con la Juventus e un campionato russo con lo Zenit San Pietroburgo. Ha indossato per quasi 300 volte la casacca bianconera.  

Per 55 il ‘Principino’ ha invece portato quella della nazionale maggiore italiana, con cui ha anche realizzato cinque reti: Serbia, Haiti, Lussemburgo, Inghilterra e Romani le sue vittime.

SPORTAL.IT

Leggi anche:

Caricamento contenuti...