,,
Virgilio Sport SPORT

Conte all'Inter, un big dello spogliatoio già lo esalta

L'ex tecnico della Juventus è al lavoro sul mercato e pare avere già conquistato il gruppo

Prima l’annuncio ufficiale con tanto di pranzo di rito, seguito dalla prima intervista da nerazzurro con al fianco il giovane presidente Steven Zhang. Poi il fatidico ingresso nella sede del club.

Dopo un anno sabbatico Antonio Conte ha voglia di iniziare al più presto la nuova avventura con l’Inter, club che l’ex bandiera e capitano nonché allenatore della Juventus vuole riportare a vincere interrompendo proprio il lungo dominio dei bianconeri e migliorando il lavoro svolto nell’ultimo biennio da Luciano Spalletti che ha portato per due volte la squadra nella fase a gironi di Champions League.

Conte è stato immortalato dai fotografi mentre entrava nella sede dell’Inter con Dario Baccin, suo ex compagno alla Juventus e oggi vice del direttore sportivo Piero Ausilio.

Il lavoro da fare è tanto, in particolare, ovviamente, sul mercato. Conte è pronto a dare le proprie indicazioni per migliorare la rosa e renderla più competitiva tanto in ottica internazionale che, soprattutto, per colmare il gap con la Juventus.

Di sicuro tra gli intoccabili c’è Milan Skriniar, un giocatore il cui rendimento e la cui grinta saranno sicuramente apprezzati da Conte che, tra gli altri, potrà contare anche su un vecchio pupillo come Radja Nainggolan, già inseguito ai tempi in cui il manager salentino era alla guida della Juventus.

Il centrale slovacco, reduce da un’altra stagione ad alto rendimento, oltre che dal rinnovo del contratto fino al 2023, ha parlato dal ritiro della propria Nazionale: “Non ho ancora incontrato Conte, perché quando lo hanno presentato come nuovo allenatore, noi giocatori non eravamo più in Italia, ma con il suo arrivo ci saranno anche nuove sfide e aspettative. Lui e l’Inter sono in grado di vincere un titolo”.

Skriniar però non traccia un bilancio positivo della stagione dell’Inter: “Siamo riusciti ad arrivare in Champions League, che è una cosa grandiosa, ma la fine del campionato è stata dura. Fortunatamente siamo arrivati al quarto posto e va bene, ma la classifica avrebbe potuto essere migliore. Purtroppo, come l’anno scorso, non abbiamo evitato la crisi e abbiamo perso punti”.

SPORTAL.IT | 03-06-2019 20:00

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...