,,
Virgilio Sport SPORT

Conte avvisa l'Inter: "Siamo in ritardo"

Primi malumori per il tecnico salentino alla vigilia dell'inizio della tournée asiatica: "C'è molto da fare".

Quando il mercato estivo si avvia lentamente verso il giro di boa, che coinciderà con la fine di luglio, a poco più di un mese dall’inizio del campionato scoppia il primo caso in una grande della Serie A.
Si tratta dell’Inter, perché le mosse della dirigenza, pur numerose, non hanno soddisfatto appieno Antonio Conte. Sistemata la difesa con Godin, le fasce con Lazaro e il centrocampo con Barella e Sensi, a poche ore dai primi impegni nella tournée asiatica il tecnico salentino non ha nascosto il proprio disappunto per la situazione dell’attacco.

Edin Dzeko e Romelu Lukaku si allenano ancora con i rispettivi club di appartenenza, Roma e Manchester United (quest’ultimo avversario proprio dell’Inter nella prima gara dell’International Champions Cup), Leandro Martinez è in vacanza, Mattia Politano infortunato e Mauro Icardi come noto fuori dal progetto tecnico.

In Asia Conte è andato con dei giovani, capitanati dall’ex Primavera George Puscas. Decisamente poco per chi vuole contendere lo scudetto alla Juventus e soprattutto odia fare figuracce anche durante le amichevoli: "Sicuramente non è semplice trovarsi in questa situazione con l'organico, anche perché questa tournée è impegnativa, bisogna giocare ogni tre giorni contro Manchester, Juventus e Psg – ha detto Conte – Ma il piano precampionato era stato già organizzato prima del mio arrivo. Un po' in difficoltà lo siamo, inutile nascondersi. Ci sono situazioni in entrata e in uscita importanti, siamo un po' in ritardo. Dovremo accelerare, siamo stati molto chiari nel preparare un piano. E invece soprattutto in uscita siamo in ritardo, qui non è uscito nessuno. Dobbiamo dare un'accelerata tutti, c'è tanta strada da fare, una strada bella in salita".

Conte è gelido su chi è ai saluti: "Icardi? Non rientra nei nostri piani e così pure Nainggolan anche se è qui con noi".

"Abbiamo necessità di snellire il gruppo – ha aggiunto l'ex ct della Nazionale – Ho parlato molto chiaramente con la società, abbiamo la stessa visione e sono fiducioso. Però mi aspettavo che fossimo più avanti. I problemi, se ci sono, devono essere risolti e noi stiamo tardando nel farlo. Mi aspettavo fossimo più avanti, diamoci una mossa, chi ha tempo non aspetti tempo. Tutti sapete quanto sia importante per me avere giocatori a disposizione per plasmare la squadra. Capisco ci siano i tempi del mercato, ma importante è che le cose che abbiamo programmato vengano rispettate".

Parole chiare poi su Lukaku: "È un giocatore dello United, questa è la realtà e la verità. Mi piace questo giocatore, provai a portarlo anche al Chelsea. Ma oggi è un giocatore del Manchester, dobbiamo avere rispetto. E' giusto non parlarne. Lo considero importante per noi, per migliorare. Ma allo stesso tempo c'è un mercato, sappiamo bene qual è la nostra situazione, vediamo cosa accadrà

 

SPORTAL.IT | 19-07-2019 17:41

Conte avvisa l'Inter: "Siamo in ritardo" Fonte: Getty Images

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...