Virgilio Sport

Conte: "E' già la mia Inter". Giampaolo e il dilemma Piatek

Le reazioni dopo il derby di Milano.

22-09-2019 00:04

Conte: "E' già la mia Inter". Giampaolo e il dilemma Piatek Fonte: 123RF

Antonio Conte raggiante dopo la netta vittoria nel derby contro il Milan. I nerazzurri hanno riscattato il passo falso in Champions con una convincente prestazione contro i rossoneri: “I derby sono sempre partite speciali, mai facili da vincere. Sono soddisfatto perché abbiamo fatto buonissima partita sotto tutti i punti di vista. Venivamo da una gara di Champions che ci aveva lasciato l’amaro in bocca, forse proprio quella ci ha dato ancora più carica. Vittoria meritata, sono contento per i tifosi”.

Il tecnico leccese comincia a intravedere la sua mano: “Abbiamo lavorato tanto, ci sono state difficoltà per il viavai di giocatori che mi ha penalizzato, ma abbiamo già un’idea nella fase di possesso e non possesso. Oggi abbiamo pressato da squadra. Questa vittoria è frutto del lavoro fatto“.

Il litigio Lukaku-Brozovic: “Averne di problemi con gente come loro… A volte mi arrabbio con loro perché sono fin troppo bravi, invece in campo bisogna essere più smaliziati. Questo è un gruppo sano, che ha piacere di stare insieme. Ben vengano cose così, scorre sangue nelle vene e c’è voglia di migliorare. Anche a me è capitato di litigare con un compagno e poi andarci la sera a cena, più amici e più forti di prima”.

Tutt’altro umore sull’altra sponda del Naviglio. Marco Giampaolo commenta così il ko ai microfoni di Dazn il ko del suo Milan: “La mia analisi della partita è che abbiamo iniziato la gara con qualche titubanza di troppo. Dopo dieci, quindici minuti ci siamo assestati e la partita è stata più equilibrata. L’Inter ha qualcosa di più sul piano dell’esperienza con giocatori importanti però quel gap i miei lo hanno anche colmato. Il gol ha rotto l’equilibrio e la cosa che mi è piaciuto meno è che ci siamo disuniti. Quella è una reazione emotiva. Stando alti qualche rischio lo corriamo ma è una scelta che devi fare ma la squadra se l’è saputo prendere”.

Sempre più preoccupante PiatekS: il polacco non riesce a rendere, in qualcunque modulo giochi sembra fuori dalla squadra, avulso dal gioco. Negli ultimi mesi il Pistolero ha segnato appena una rete, su calcio di rigore. Durante la partita, Giampaolo ha provato alcune variazioni scambiandolo con Suso: “Suso è partito lì perchè avevo bisogno di un giocatore che sapesse raccordare, mentre Piatek è un giocatore più di profondità. Ad un certo punto li ho scambiati per una questione di natura tattica”.

 “Qualche occasione l’abbiamo avuta, gli attaccanti si sono sbattuti, il gol annullato a Piatek è molto dubbio, di là ci sono tre difensori di grande livello, abbiamo perso la partita quando era più equilibrata ma i ragazzi hanno sputato sangue. Poi ci siamo disuniti, abbiamo mostrato il fianco a qualche ripartenza dell’Inter e quella è la cosa che mi è piaciuta meno, bisogna star dentro la partita sempre anche delle difficoltà”.

SPORTAL.IT

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...