,,
Virgilio Sport SPORT

Conte, la goleada non basta: rabbia e rivelazione sul mercato

L'allenatore dell'lnter sbotta dopo il largo successo di Benevento.

La sua Inter è partita con il vento in poppa, strappando sei punti a Fiorentina e Benevento, squadre contro le quali non sarà facile per nessuno spuntarla.

Eppure Antonio Conte non ha nascosto il proprio nervosismo nelle interviste del post-gara al termine della partita vinta per 5-2 contro la squadra dell’ex compagno alla Juventus e in Nazionale Filippo Inzaghi.

Tema del contendere, ovviamente, il mercato . Hakimi, Kolarov e Vidal sono stati gli acquisti dei nerazzurri nella sessione di trattative, ma il tecnico salentino vorrebbe completare la rosa con un altro rinforzo per reparto.
Il concetto espresso con forza a ‘Sky Sport’ è però quello opposto…: “Io non ho chiesto niente a nessuno – ha detto Conte rispondendo a una domanda su eventuali altri desiderata fatti avere alla società –  Noi dobbiamo essere contenti ed entusiasti del fatto che altri allenatori ci mettano tra le favorite. Di mercato non parlo, non parlo di completezza o non completezza dell’organico. Questi sono discorsi che spettano al club. Mi interessa lavorare, fare del mio meglio e valorizzare i componenti della rosa. L’anno scorso siamo stati tra le sorprese visto da dove eravamo partiti, oggi abbiamo acquistato credibilità e ci vedono con occhi diversi”.

Insomma, almeno ufficialmente Conte non si aspetta altri rinforzi, che comunque dovrebbero arrivare, nonostante la prestazione di Benevento abbia dato una prova della profondità della rosa della squadra e della qualità dei cosiddetti “rincalzi”.

Intanto ci si può godere chi è arrivato, come Achraf Hakimi , il migliore con Lukaku: “Hakimi è un calciatore con grandi potenzialità, è nato per fare il quinto di centrocampo avendo propensioni offensive importanti. Deve migliorare in difesa, giocare con tre centrali esalta le sue qualità. È stato l’investimento importante di questo mercato, deve continuare a lavorare ma ha dato una buona interpretazione della gara. Speriamo continui così”.

“A me la squadra diverte – la conclusione – Oggi abbiamo fatto grandi cose con sette novità dall’inozio rispetto alla prima giornata. Il Benevento già aveva dimostrato il suo valore. Troppi gol subiti? Le grandi squadre attaccano e quando attacchi ti esponi a potenziali pericoli e talvolta la paghi, come in certi casi ci è successo contro Fiorentina e Benevento. In ogni caso faccio i complimenti ai ragazzi, oggi ho cambiato sette titolari, ma l’idea di base non è cambiata”.

OMNISPORT | 30-09-2020 23:55

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...