,,
Virgilio Sport SPORT

Conte, la tesi di Palmeri: "Per lui Lautaro come Quagliarella”

Il giornalista ricostruisce le ragioni della rottura tra il tecnico e l’Inter

La crisi tra Antonio Conte e l’Inter sembra sempre più grave, nonostante la crescita ottenuta dalla squadra in questa stagione che però, secondo l’allenatore, non è stata sottolineata a sufficiente dalla società. 

Secondo Tancredi Palmeri, però, la frattura tra il tecnico e la dirigenza nerazzurra deriverebbe dalle scelte di mercato, in particolare dall’eventuale cessione di un giocatore che Conte ritiene importante per il suo progetto: Lautaro Martinez. 

Lautaro alla base della frattura tra Conte e l’Inter

Per Palmeri, infatti, quanto sta avvenendo all’Inter è già accaduto quando Conte era alla Juventus, a causa di un altro attaccante. “Inter orientata ad avviare una trattativa per Lautaro – ha scritto il giornalista su Twitter -. Ora, dovete sapere che Conte nel 2013 piantò un casino a luglio alla Juventus perché stavano per vendere Quagliarella all’Arsenal (Quagliarella era panchinaro). Immaginate per Lautaro. Queste sono le ‘richieste’ di mercato”. 

Proprio come nel 2013, dunque, Conte sarebbe andato allo scontro con i dirigenti del suo club per trattenere un attaccante in procinto di essere venduto: e se allora era disposto a tutto per una riserva come Quagliarella, è facile intuire che sia disposto a battagliare ancora di più per un titolatissimo dell’Inter come Lautaro. 

I tifosi interisti condannano il tecnico

Per i tifosi nerazzurri, però, la strategia del tecnico è frutto solo del suo carattere, della sua tendenza a lamentarsi, e finisce solo per danneggiare la società. “Dimentichi la sua ira per la cessione di Giaccherini: Giaccherini!”, ricorda Peppinter nei commenti al tweet. 

“Conte è lo stesso che alla Juve dopo aver avuto Tevez e Llorente si lamentava per le cessioni di Giaccherini e Matri, dicendo che avevano indebolito la squadra. Sempre lucido”. “Chi si deve occupare di vendite e acquisti è Marotta – spiega Francesco -. Naturalmente dev’esserci un confronto continuo e paritario con l’allenatore, ma quest’ultimo non può porre dei veti. ‘Se vendi quello me ne vado’, ‘se non mi compri quello me ne vado’. Perché se è così: aria”. 

Alcuni interisti, però, sono d’accordo con Conte: “A pochi giorni dall’inizio del campionato si avvia una trattativa? Marotta è venuto per smantellare?”, si chiede Fabian. “Se vendono Lautaro fanno una stupidaggine colossale…”, commenta Ithurinon. E Salvatore chiosa: “Perché, chi sarebbe contento di una eventuale cessione senza un valido sostituto già in mano?”.

SPORTEVAI | 25-08-2020 10:36

Conte, la tesi di Palmeri: "Per lui Lautaro come Quagliarella”

Tags:

Leggi anche:

SPORT TREND

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...