,,
Virgilio Sport SPORT

Conte show: scontro in tv con Capello e messaggio a un big

L'allenatore dell'Inter scatenato davanti ai microfoni dopo la vittoria sul Napoli: "Basta dire che giochiamo solo in contropiede".

Quarantacinque punti a 90 minuti dalla fine del girone d’andata, 30 gol della coppia d’attacco Romelu Lukaku-Lautaro Martinez. Sono questi i numeri dell’Inter a un passo dalla boa di metà stagione, ma Antonio Conte è andato oltre.

Il 3-1 di Napoli è stata infatti la vittoria numero 100 in A per il tecnico salentino in 145 panchine, più giovane tecnico di sempre a riuscirci nella storia del calcio italiano. Tutto questo però non basta all’ex ct dell’Italia, protagonista a fine partita di un botta e risposta con Fabio Capello presente negli studi di ‘Sky Calcio Club’.

A Conte non sono piaciuti gli elogi di Capello sulla fase difensiva dell’Inter e la capacità di partire in contropiede: “Quello che dice Capello mi fa sorridere. L’Inter oggi non si è abbassata per difendere e ripartire, non sono d’accordo. Ma il calcio è bello perché è vario”.

“Voi giocate un calcio in cui sapete cosa fare. Solidi a livello difensivo e siete formidabili negli spazi. Sto dicendo quello che dici tu” ha ribattuto l’esperto tecnico.

Ma Conte è rimasto sulla propria posizione: “Basta parlare sempre di difesa e contropiede, lo sento dire da tutti, sono stanco di sentir dire che si vince in trasferta perché difendiamo e ripartiamo. Noi siamo organizzati e sappiamo cosa fare, per fortuna gli avversari ci temono più degli opinionisti”.

Il nervosismo del tecnico dell’Inter è rimasto parlando con ironia del rendimento di Lukaku: “Lukaku è una pippa, lo sento dire da sempre e meglio si continui a parlare così visto il rendmento. Oggi è facile parlare di lui ma se andiamo indietro scopriamo cose diverse… Salire sul carro del vincitore oggi è facile. Romelu è un giocatore che mi è sempre piaciuto, lo volevo già ai tempi della Juventus e del Chelsea. Oggi ce l’ho, me lo tengo stretto e ci lavoro…”.

Conte ha poi mandato un messaggio molto chiaro a Diego Godin, in panchina come nell’ultima del 2019 contro il Genoa per far spazio ad Alessandro Bastoni: “Bastoni ha 20 anni, è il nostro futuro, ma anche il nostro presente. Io faccio delle scelte, ha giocato anche contro il Genoa. Se diventa più cattivo diventerà un grandissimo”.

Poche parole sulla partita: “Abbiamo ottenuto un successo importante, vincere qui non è facile per nessuno. Le 100 vittorie? Le statistiche non le guardo tanto, l’addetto stampa mi ha informato a fine partita”.

SPORTAL.IT | 06-01-2020 23:55

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...