Virgilio Sport

Coronavirus, commovente gesto ex Ferrari: autista per anziani

Intanto il Ministro Spadafora ha ringraziato la Ferrari per il suo contributo nella produzione di ventilatori polmonari

19-04-2020 09:00

Coronavirus, commovente gesto ex Ferrari: autista per anziani Fonte: Ansa

Non è stato un pilota della Ferrari anche se la rossa l’ha guidata dal muretto. E comunque pilota lo è diventato in questi giorni, non in pista, ma in strada. Specie in un momento delicato come questo, soprattutto per gli anziani, è commovente quello che sta facendo l’ex team principal della Ferrari, Maurizio Arrivabene che si è scoperto autista dei bus per il trasporto delle persone in là con gli anni.

Da applausi la scelta di Maurizio Arrivabene, ex capo al timone della Ferrari dal 2015 al 2018. Come riporta il Resto del Carlino, a firma di Leo Turrini, “Fedele al suo stile da finto burbero con il cuore grande, Arrivabene non l’ha detto a nessuno ma da quando è scoppiata la bufera è pronto a guidare la macchina per trasportare i malati in clinica. Insomma, è diventato pilota!” scrive il giornalista specializzato di motori.

Arrivabene è quindi passato dall’essere stato capo della Ferrari all’attuale ruolo di autista volontario per gli anziani. Un piccolo grande gesto in un momento così difficile a causa del coronavirus. Ma non è l’unico nel mondo dei motori e della F1 in particolare. “Bellissima – continua Turrini – per dire, è la storia di Mario Isola, il direttore tecnico della Pirelli da Gran Premio. Fa il volontario per la Croce Rossa e non salta un turno, anzi”.

Gli altri, a cominciare da Charles Leclerc, come un po’ tutti i piloti della Formula 1 in attesa di tornare in pista, stanno facendo a gara di solidarietà per raccogliere fondi da destinare agli ospedali che fronteggiano l’emergenza sanitaria. E che dire delle scuderie che hanno convertito parte della loro produzione per sfornare mascherine e ventilatori polmonari.

Proprio la Ferrari è stata ringraziata dal ministro dello Sport Vincenzo Spadafora: “È italiano ed è il marchio più influente al mondo: Ferrari. In queste settimane quel cavallino è sui respiratori polmonari. Questa guerra la vinceremo anche grazie alle tante realtà del nostro tessuto produttivo che in questi giorni hanno convertito la loro produzione industriale per salvare vite”.

Sempre la Ferrari è scesa in pista per sostenere la comunità locale della provincia di Modena. Materiale medico sanitario, supporto informatico alle scuole, aiuti alimentari: tante le iniziative lanciate da Maranello. Con il contributo dei top manager, che hanno rinunciato allo stipendio fino alla fine dell’anno

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...