,,
Virgilio Sport SPORT

Coronavirus, F1: novità per il nuovo calendario 2020

Il presidente di Liberty Media esce allo scoperto dopo le tante gare cancellate: "Possibile una stagione con 15-18 Gran Premi".

Tra gli sport più condizionati dall’emergenza sanitaria per contenere la diffusione del Coronavirus, oltre al calcio, c’è la Formula 1, già costretta a stravolgere il calendario del Mondiale 2020 che potrebbe anche svilupparsi su appena 15 gare.

A svelare questa ipotesi è stato il patron del Circus e di Liberty Media, Chase Carey: “Al momento nessuno può essere certo di quando esattamente la situazione migliorerà, ma migliorerà e quando lo farà, saremo pronti per tornare a correre. Siamo tutti impegnati per dare agli appassionati una campionato nel 2020″.

Parole da brividi per gli appassionati, ma anche per tutti gli addetti ai lavori, perché Carey non è riuscito neppure a dire con certezza se il Mondiale si disputerà regolarmente dopo i tanti Gp rinviati o annullati.

L’inizio della stagione è stato posticipato in extremis, visto che il Gp d’Australia in programma per il 15 marzo è stato rinviato solo poche ore prima dell’inizio del weekend a causa della positività al Covid-19 di un membro della McLaren. A catena sono stati rinviati anche i Gp di Bahrain, Vietnam e Cina, oltre alle prime tappe in Europa del Mondiale 2020 in Olanda, Spagna e Azerbaigian. Addirittura cancellato il Gp di Monaco per un totale di 8 corse, sulle 20 previste dal calendario.

I Gp non disputati dovrebbero essere recuperati a fine calendario, ma non è escluso che la stagione della Formula 1 si snodi su 15 gare, come anticipato dallo stesso Carey che ha fornito anche i dettagli sulla pausa estiva, che non ci sarà: “Riconosciamo che esiste una possibilità significativa di avere ulteriori rinvii per gli eventi attualmente in programma, tuttavia noi e i nostri partner ci aspettiamo che la stagione inizi ad un certo punto quest’estate, con un calendario rivisto tra le 15-18 gare. Come precedentemente annunciato, utilizzeremo la pausa estiva anticipata a marzo/aprile per correre durante il normale periodo di stop estivo. La fine della stagione si estenderà oltre la nostra data originale del 27-29 novembre, visto che la sequenza e le date effettive delle gare differiscono in modo significativo dal nostro calendario 2020 originale”.

“Al momento non è possibile fornire un calendario più specifico a causa della fluidità della situazione attuale – prosegue il testo scritto da Carey – ma prevediamo di ottenere informazioni più chiare sulla situazione in ciascuno dei nostri paesi ospitanti, e sulle questioni relative ai viaggi in questi paesi, nel mese prossimo”.

SPORTAL.IT | 23-03-2020 23:31

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...