,,
Virgilio Sport SPORT

Coronavirus, Godin attacca le istituzioni italiane

Dura presa di posizione del difensore uruguaiano dell'Inter: "Siamo stati esposti troppo a lungo".

Tre settimane dopo la sua disputa, Juventus-Inter riesce ancora a far discutere. Quella che è stata al momento la penultima partita giocata nella Serie A 2019-2020, prima del posticipo di lunedì tra Sassuolo e Brescia, è stata come noto disputata a porte chiuse a causa dell’emergenza sanitaria per il Coronavirus. Fino all’ultima la gara è stata in predicato di essere nuovamente rinviata, dopo essere slittata di una settimana, ma proprio il fatto che si sia giocato regolarmente ha scatenato parecchie polemiche.

Tra gli addetti ai lavori del calcio e della politica, ma anche tra chi è sceso in campo. Come Diego Godin, che ha espresso il proprio pensiero senza mezzi termini in un’intervista a Espn nella quale il difensore uruguaiano ha criticato le scelte delle istituzioni italiane: “Siamo stati esposti fino all’ultimo momento, hanno continuato a tirare la corda per vedere se si poteva continuare a giocare, fino a quando la situazione non è stata insostenibile e il sistema sanitario è crollato” queste le dure parole di Godin, che sta osservando gli sviluppi italiani dall’Uruguay dopo aver ottenuto dalla società il permesso di rientrare in patria con qualche giorno di anticipo rispetto alla fine della quarantena cui tutti i giocatori e i componenti degli staff tecnici di Juventus e Inter si sono dovuti sottoporre a causa della positività al Covid-19 di Daniele Rugani.

Il difensore dell’Inter ha poi proseguito parlando della partita contro la Juventus: “Abbiamo continuato a giocare per settimane, abbiamo continuato ad allenarci e abbiamo giocato a porte chiuse anche contro la Juve, dove poi è stata rilevata la positività di Rugani. Noi e gli juventini siamo stati messi in quarantena e lì il campionato si è fermato. Sicuramente in quella partita c’erano altri giocatori potenzialmente infettati, quindi hanno messo direttamente in quarantena tutti noi”.

Godin, che sta disputando la prima stagione con la maglia dell’Inter dopo otto anni trascorsi all’Atletico Madrid, gli ultimi cinque da capitano, sta faticando a trovare spazio da titolare fisso nella difesa dell’Inter, complice anche l’ascesa di Alessandro Bastoni. Oltre all’uruguaiano, in casa Inter hanno fatto ritorno a casa dopo l’interruzioned della quarantena: si tratta del connazionale di Godin, Matias Vecino, ma anche di Marcelo Brozovic.

SPORTAL.IT | 28-03-2020 23:41

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...