,,
Virgilio Sport SPORT

Coronavirus, il Valencia insiste: nuovo attacco a Gasperini

La società spagnola rincara la dose dopo le accuse dei giorni scorsi e chiede l'intervento dell'Uefa.

Non si placa la polemica tra il Valencia e l’allenatore dell’Atalanta, Gian Piero Gasperini, dopo l’intervista al ‘Guardian’ in cui il tecnico aveva rivelato di essere stato affetto da sintomi riconducibili al coronavirus alla vigilia della sfida di Champions League del 10 marzo contro gli spagnoli.

Secondo quanto riportato da Marca, infatti, la società valenciana ha chiesto l’intervento dell’Uefa e delle autorità sanitarie italiane perché prendano provvedimenti contro l’allenatore dei bergamaschi.

Anche dai vertici della sanità della Comunità Valenciana sono arrivare dure critiche nei confronti di Gasperini. Il quotidiano spagnolo riferisce in merito le dichiarazioni di Ana Barcelò, responsabile del dipartimento sanitario di Valencia, secondo cui il comportamento dell’allenatore sarebbe stato “poco responsabile”.

La società aveva già stigmatizzato le dichiarazioni di Gasperini con un comunicato ufficiale dai toni decisamente non teneri: “Viste le dichiarazioni dell’allenatore dell’Atalanta Gian Piero Gasperini, il Valencia CF desidera esprimere pubblicamente la sua sorpresa per il fatto che l’allenatore della squadra rivale negli ottavi di finale di Uefa Champions League riconosce che sia il giorno prima che il giorno della partita giocata il 10 marzo al Mestalla era a conoscenza, almeno riguardo a se stesso, di avere sintomi presumibilmente compatibili con il coronavirus senza prendere misure preventive, mettendo a rischio, se quello fosse stato il caso, numerose persone durante il loro viaggio e soggiorno a Valencia”.

“Va ricordato che questa partita si è tenuta a porte chiuse, protetta da misure rigorose al riguardo, per l’obbligo delle autorità sanitarie spagnole di prevenire il rischio di contagio da parte di Covid-19, proprio in presenza di persone provenienti da un’area già in quella data valutata pubblicamente a rischio” aveva poi aggiunto il club spagnolo.

L’Atalanta aveva poi risposto al comunicato del Valencia assicurando che nel corso della trasferta spagnola i protocolli erano stati rispettati e che il tecnico non aveva mai avuto febbre né alcun problema respiratorio che facesse sospettare un contagio da Covid-19.

SPORTAL.IT | 03-06-2020 12:30

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...