,,
Virgilio Sport SPORT

Coronavirus, Juventus: Leonardo Bonucci rompe il silenzio

Il difensore della Juventus Bonucci è attualmente in quarantena e ha effettuato la prova con il tampone.

Leonardo Bonucci rompe il silenzio sulle sue condizioni in una diretta Instagram in cui racconta la sua vita in isolamento. Il difensore della Juventus, come tutti i giocatori bianconeri (a parte Higuain, Pjanic e Khedira, tornati in patria), è in quarantena volontaria dopo i casi di positività di Daniele Rugani e Blaise Matuidi. Negli scorsi giorni si era fatta sentire sui social la moglie Martina Maccari, che aveva rassicurato i tifosi, ora è lo stesso calciatore a prendere la parola.

"In questi giorni continuo ad allenarmi, ma ovviamente il lavoro è meno intenso e diventa importantissima l'alimentazione: mangio sano, consiglio anche a voi di fare lo stesso", ha spiegato Bonucci.

"Abbiamo solo questo dovere, di stare in casa – è il suo appello – e solo così potremo battere questo nemico invisibile: dobbiamo giocare di squadra, tutti uniti ma distanti". Bonucci è uno dei testimonial della campagna nazionale #DistantiMaUniti.

Martina Maccari giovedì aveva rivelato che Bonucci aveva effettuato il test per il Coronavirus: "Stiamo aspettando ancora i risultati del tampone di Leo ma stiamo bene: nessuno di noi ha i sintomi del virus per il momento, incrociamo le dita. Sta bene? Credete che farei le dirette che Leonardo stesse male?".

La coppia ha deciso di donare 120mila euro alla Città della Salute di Torino per sostenere i sanitari impegnati nell'emergenza Coronavirus. Il difensore della Juventus e della Nazionale, insieme alla moglie, ha versato la cifra che sarà destinata all'acquisto di materiali importanti nella lotta al virus, con la regia della Direzione sanitaria, del Direttore del Dipartimento Anestesia, Rianimazione ed Emergenza, Maurizio Berardino, e del professor Paolo Fonio, Direttore del Dipartimento di Diagnostica per Immagini e Radiologia Interventistica. Grazie alla donazione di Bonucci saranno acquistati, in particolare, due ecografi portatili per la valutazione 'al letto' dei pazienti in Terapia Intensiva, e circa 50 maschere filtranti a circuito d'aria, riutilizzabili, con il materiale di ricambio per circa due mesi di lavoro. Lo riporta Tuttosport.

Un gesto di solidarietà ma anche di riconoscenza da parte del campione bianconero: nel 2016 l'istituto salvò la vita al figlio Matteo, sottoposto a un delicato intervento chirurgico all'ospedale infantile Regina Margherita di Torino a causa di una patologia acuta. 

SPORTAL.IT | 20-03-2020 16:16

Coronavirus, Juventus: Leonardo Bonucci rompe il silenzio Fonte: 123RF

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...