,,
Virgilio Sport SPORT

Coronavirus, la Francia ha deciso: non si gioca

La Ligue 1 2019-2020 è stata congelata almeno fino a settembre: lo ha deciso il Governo.

Mentre la ripresa del calcio italiano continua ad essere appesa ad un filo dopo la decisione del Governo di posticipare al 18 maggio la ripresa degli allenamenti in gruppo, dalla Francia arriva una decisione che può tracciare una strada. La Ligue 1 2019-20, infatti, non riprenderà. A deciderlo è stato il governo francese, che ha voluto dare la priorità alla ripresa di scuole e attività produttive, stoppando così il calcio professionistico almeno fino a settembre.

Secondo il premier Edouard Philippe sarebbe stato troppo rischioso far ripartire il campionato che, pur proseguendo a porte chiuse, avrebbe coinvolto almeno un centinaio di persone per ogni partita, tra giocatori, staff tecnici e addetti ai lavori della stampa.

Ben più, quindi, delle dieci persone indicate dal Governo come limite per i raduni in vista del mese di maggio per avviarsi alla fase di convivenza con il Covid-19. La pratica sportiva individuale potrà invece riprendere, proprio come accadrà in Italia dal 4 maggio, ma rispettando le distanze di sicurezza. In attesa del verdetto della Serie A, quello francese è il primo campionato “top” tra quelli in Europa bloccato almeno per tutta l’estate.

L’auspicio era ripartire dal 17 giugno, ma alla fine ha prevalso la prudenza. La decisione del Governo è stata recepita in fretta dalla Federazione.

Il presidente Le Graet ha infatti subito confermato che la stagione dei quattro tornei principali, Ligue 1, Ligue 2, National e D1 femminile, è terminata, per poi entrare nei dettagli regolamentari e precisando che a settembre, qualora fosse possibile, ripartirà una nuova stagione: “Era impossibile, secondo le direttive della UEFA, considerare una ripresa in autunno. Ora dovremo applicare i regolamenti: ci dovrebbero essere quindi due promozioni e due retrocessioni per la Ligue 2, mentre in Ligue 1 avremo due retrocessioni. Per determinare la classifica, conteranno i risultati maturati alla 27esima giornata. A meno che la Coppa di Francia, che è una nostra priorità, non possa essere giocata”

In realtà si è solo deciso di non far riprendere l’attività fino a settembre, ma non è ancora affatto sicuro che l’attuale stagione venga cancellata: si potrebbe infatti ripartire dopo l’estate proprio da dove si era rimasti e poi concentrare il campionato successivo nell’anno solare.

Mentre i club, dal Paris Saint-Germain dominatore ai più piccoli, già contano le perdite, in Italia e Spagna, le altre nazioni in cui la ripresa è in dubbio, si inizia a farsi sempre più domande…

SPORTAL.IT | 28-04-2020 19:28

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...