,,
Virgilio Sport SPORT

Coronavirus, nuove tensioni in F1: Ferrari sotto accusa

L'epidemia di Coronavirus divide di nuovo il circus: Ferrari e Red Bull si opporrebbero ad un ulteriore taglio dei costi.

L'emergenza Coronavirus apre nuove divisioni all'interno del circus della Formula 1. Da una parte ci sono una serie di team che per evitare il fallimento per i continui rinvii dei Gran Premi puntano a una decisa riduzione dei costi, dall'altra alcune grandi scuderie, come Ferrari e Red Bull, che invece farebbero resistenza.

"La Formula 1 è in una condizione molto fragile in questo momento e diversi team rischiano di fallire", è l'avvertimento del boss della McLaren Zak Browna poche ore dall'incontro che si terrà in giornata tra i rappresentati delle varie scuderie e Liberty Media, la società che detiene i diritti del Mondiale. 

"Questa situazione è potenzialmente devastante: e se lo sarà anche praticamente per più di due team, allora saranno guai per tutta la Formula 1". Il budget cap è fissato dal 2021 a 175 milioni di dollari, e ci sarebbe già l'accordo a ridurlo a 150. Ma secondo tanti team non basta: l'obiettivo è scendere a un limite di 100 milioni.

"Basta guardare a quel che sta succedendo nel mondo attorno a noi per capire che quel budget va ridotto: al momento stanno scomparendo due squadre, e se non si cambia ne potrebbero saltare altre due". 

Ma l'ulteriore taglio dei costi per dare ossigeno ai piccoli team non piace affatto a Ferrari e Red Bull, che secondo la Bbc si starebbero opponendo a questa soluzione. Meno forte la resistenza della Mercedes, che avrebbe aperto alla possibilità di scendere sotto i 150 per salvare il futuro della F1.

SPORTAL.IT | 06-04-2020 12:17

Coronavirus, nuove tensioni in F1: Ferrari sotto accusa Fonte: Getty Images

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...