Virgilio Sport

Coronavirus, Rabiot e Chiellini: Tacconi sorprende tutti

L'ex capitano della Juventus va controcorrente: "Il virus è un'influenza, bisogna tornare a giocare e a porte aperte".

Pubblicato:

Coronavirus, Rabiot e Chiellini: Tacconi sorprende tutti Fonte: 123RF

A piccoli passi, ma il calcio italiano si avvicina alla ripresa. Almeno per quanto riguarda la Serie A, ma probabilmente anche per la B, i campionati sono destinati a ripartire ai primi di giugno dopo tre mesi di stop causati dalla pandemia di Coronavirus. Immaginare se si arriverà al termine è però difficile, alla luce del rigido protocollo che richiederà l’isolamento dell’intera squadra qualora all’interno di essa venisse trovato un giocatore positivo.

Una procedura differente rispetto a quelle che verranno seguite in Inghilterra e in Spagna e che rischia di determinare una nuova e a quel punto con ogni probabilità definitiva interruzione del campionato. Tali precauzioni, ma più in generale anche la lunga sospensione del campionato, non trovano d’accordo un grande ex di Juventus e Nazionale come Stefano Tacconi.

La bandiera del club bianconero ha rilasciato dichiarazioni molto forti riguardo al Coronavirus in un intervento a Radio Sportiva: “Il Coronavirus per me è un’influenza. Quando in una conferenza mi diranno che ci sono stati mille morti, dovranno dirmi anche quali di Coronavirus, non si può fare di ogni erba un fascio. Io sono per riprendere a giocare, anche con il pubblico”.

Dichiarazioni che, è facile immaginarlo, scateneranno il dibattito, visto che l’apertura degli stadi non sarà un tema all’ordine del giorno per quanto riguarda le manifestazioni sportive, e quindi non solo il calcio, almeno per tutta la seconda parte del 2020.

Sempre schietto, Tacconi non si è risparmiato neppure nello stroncare Adrien Rabiot, i cui capricci in merito alla sgradita riduzione dell’ingaggio e in merito al ritorno in Italia dopo aver trascorso la parte finale della quarantena in Francia hanno indispettito non poco la Juventus: “E’ una persona fortunata, se vuole andare via la Juve non farebbe fatica. Io mi sarei ridotto lo stipendio”.

Infine, Tacconi è indulgente nei confronti delle parole di fuoco pronunciate dal titolare della fascia della Juventus, Giorgio Chiellini, sull’Inter e su Mario Balotelli: “Le solite cavolate, ne ho dette talmente tante anche io”.
 

SPORTAL.IT

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Fiorentina - Genoa
Atalanta - Verona

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...