Virgilio Sport

Coronavirus, Serie A: alta tensione tra Capello e Bergomi

Si scatena il dibattito sulla questione del maxi-ritiro in Serie A.

18-05-2020 07:48

Coronavirus, Serie A: alta tensione tra Capello e Bergomi Fonte: 123RF

Gli allenamenti collettivi in Serie A ancora non ripartono, e la tensione sale, anche tra gli addetti ai lavori. Durante un dibattito su Sky l’ex allenatore di Juventus e Milan Fabio Capello si è scontrato con l’ex capitano dell’Inter Beppe Bergomi sulla questione del maxi-ritiro, in un primo momento imposto dal Ministro dello Sport che poi ha preferito una linea più morbida.

“Ripresa? Noi sottovalutiamo l’aspetto psicologico per il ritiro da qui a fine campionato. Questi ragazzi sono giovani, l’aspetto psicologico è importante, ognuno ha una sensibilità diversa. Come reagiscono i calciatori? Io mi sarei battuto per non stare in ritiro ora dopo due mesi in casa. E non tiriamo in ballo il discorso dei soldi ora”, la frase di Bergomi che ha innescato la reazione di Capello.

“Cosa vuoi che sia un ritiro? C’è gente che perde il lavoro, oppure in cassa integrazione… cosa sarà mai un ritiro da 40 giorni per i calciatori?”, ha replicato polemico Don Fabio.

Irritato, Bergomi ha risposto così: “Sei demagogico. Bravo, con questa frase ora prenditi l’applauso…”.

La Figc ha inviato le modifiche al protocollo che dovranno essere valutate dal ministero dello sport e dal Cts: fino ad allora l’organizzazione degli allenamenti resterà individuale. Il calcio chiede di poter cominciare le sedute collettive, garantendo un maggiore monitoraggio con test sierologici e tamponi. Poi la Lega A insiste nel modificare la norma sulla quarantena automatica che, in caso di positività di un membro del gruppo squadra, prevede ora 14 giorni di isolamento per tutti i suoi contatti ravvicinati.

SPORTAL.IT

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...