Virgilio Sport

Coronavirus, Serie A: arriva l'affondo di Silvio Berlusconi

Berlusconi sulla ripartenza della Serie A dopo il Coronavirus non usa giri di parole: "Meglio riparlarne tra qualche mese".

23-04-2020 07:40

Coronavirus, Serie A: arriva l'affondo di Silvio Berlusconi Fonte: 123RF

“Il calcio non è un’urgenza”: anche Silvio Berlusconi, ex presidente del Milan e attuale patron del Monza, entra nel dibattito sulla possibile ripartenza del calcio, e in particolare della Serie A, dopo lo stop causato dall’emergenza Coronavirus.

Mercoledì il Ministro dello Sport Spadafora ha incontrato la Figc per valutare il protocollo di sicurezza redatto per la riapertura del calcio, ma da tutte le parti arrivano appelli alla cautela: “Sono un uomo di sport e quindi non sarò io a sottovalutare il valore del calcio, però adesso mi sento di dire che calcio non è un’urgenza”, ha detto l’ex Premier ai microfoni della Rai.

“Non credo che riaprire il campionato sia una soluzione, giocare a porte chiuse è triste e comunque c’è il contatto fisico dei giocatori. Quindi meglio riparlarne dopo l’estate“, ha concluso Berlusconi, che si unisce al coro di chi opta per concludere la stagione entro l’anno solare, per poi ricominciare il nuovo campionato nel 2021. Una posizione avversa all’Uefa.

Anche il suo braccio destro Adriano Galliani, amministratore  delegato del Monza, in un’intervista a Telelombardia ha espresso la sua opinione, soffermandosi sulle serie minori: “Il protocollo varato dalla Figc e allo studio del governo costa troppo e non è attuabile dai club di Serie B e C. Le società non hanno assolutamente le risorse per ricominciare il campionato fino a quando la situazione non si sarà normalizzata. Non possono seguire questi protocolli costosissimi”.

“È impensabile oggi muovere 50 persone in pullman, quindi bisognerebbe spostarsi con un volo charter, prenotare un albergo da sanificare, i giocatori non potrebbero più stare in camere doppie ma in singole. Il campionato, e lo dico contro l’interesse del Monza, non può ricominciare finché la situazione non si sarà normalizzata”.

SPORTAL.IT

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...