,,
Virgilio Sport SPORT

Coronavirus, Serie A spaccata: la mossa di Napoli e Lazio

La Serie A si divide in un momento cruciale: Napoli e Lazio subito in campo.

La Serie A va in ordine sparso sull'emergenza Coronavirus. Dopo l'assemblea di venerdì, che ha portato a un nulla di fatto, il Napoli ha annunciato con una nota ufficiale che la squadra si ritroverà al Centro Tecnico di Castel Volturno mercoledì 25 marzo, per una seduta mattutina di allenamento. Nell'incontro di venerdì la maggioranza dei club aveva invece spinto per tener fermi i giocatori almeno fino al 4 aprile, come chiedono i calciatori e i medici sportivi.

Secondo indiscrezioni riportate da calciomercato.com, anche la Lazio ripartirà la prossima settimana: giovedì 26 aprile. Il mondo del calcio così bisticcia e si divide in un momento così complicato.

"Chi pensa di avvantaggiarsi facendo allenare i suoi tesserati, non so cosa abbia in mente – aveva tuonato il presidente dell'Aic Tommasi -. Lo dico senza voler fare polemiche perché questo non è il momento delle polemiche. Allenarsi ora, due mesi prima della ripresa del campionato, però non ha senso. Ed è pure pericoloso. In Spagna ci sono decine di giocatori positivi, mentre in Italia magari non tutti hanno fatto il test e ci sono più asintomatici di quelli che si pensa. La curva dei contagi adesso non dà tregua. Pensiamo a stare in casa. Tutti, nessuno escluso. Il rinvio dell'Europeo aiuterà e magari ci permetterà di concludere i tornei nazionali".

Così invece si era espressa la  Libera associazione medici italiani del calcio (Lamica) presieduta dall'ex responsabile dello staff medico della Nazionale, il professor Enrico Castellacci: "La Lamica esprime tutto il proprio dissenso sull'idea di alcuni club calcistici di iniziare gli allenamenti precocemente addirittura prima del 3 aprile. Pensiamo ci voglia uniformità, la data per iniziare gli allenamenti dovrebbe essere uguale e concordata per tutte le squadre" ha spiegato l'associazione con un comunicato, facendo notare anche che "molte di queste si trovano attualmente in quarantena e sarebbero fortemente svantaggiate rispetto alle altre, senza considerare il vero pericolo di ulteriori contagi". 

"Concordiamo in pieno con la presa di posizione dell'Assocalciatori e ci auguriamo che il senso di responsabilità ed il senso civico possano prevalere, inducendo chi di dovere a prendere decisioni nette ed uniformi per tutti".

SPORTAL.IT | 21-03-2020 08:24

Coronavirus, Serie A spaccata: la mossa di Napoli e Lazio Fonte: 123RF

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...