Virgilio Sport

Coronavirus, ufficiale: via libera alla ripresa della Bundesliga

A comunicarlo è stata Angela Merkel: la Bundesliga riprenderà nonostante l'emergenza Coronavirus.

06-05-2020 17:13

Coronavirus, ufficiale: via libera alla ripresa della Bundesliga Fonte: 123RF

La Germania riparte: Angela Merkel ha dato il via libera alla ripresa della Bundesliga nonostante l’emergenza Coronavirus: “La Bundesliga potrà tornare a giocare da metà maggio ma se il contagio risale, si torna alle restrizioni” ha detto la Cancelliera. La data prevista è proprio il 15 maggio.

Nel provvedimento ufficiale potrebbe essere inserito un ritiro per le squadre che però non sarà obbligatorio: “Decideranno le autorità sanitarie, l’importante è che si facciano regolarmente i test. Ma abbiamo deciso con ragionevolezza e abbiamo visto che le misure di sicurezza sono rigide. Però i giocatori devono attenersi alle regole, chi le infrange ne pagherà le conseguenze. Le regole valgono per tutti, anche per chi guadagna molto” ha sottolineato il presidente della Baviera, Markus Soeder.

Si riprenderà da questa situazione: in testa alla classifica c’è il Bayern Monaco con 55 punti, seguito da Borussia Dortmund 51, Lipsia 50 e Borussia Moenchengladbach 49. Mancano nove giornate al termine.

In Italia, invece, siamo ancora lontani dal definire una data come ha confermato Spadafora: “Confermo la mia linea e del governo: auspichiamo tutti che i campionati possano riprendere. Ma oggi è impossibile identificare una data certa, dobbiamo vedere come reagirà la curva di contagi. Solo due giorni fa è iniziata la Fase 2 nel paese. Il mio impegno è raccontato dai fatti: due decreti che contengono misure straordinarie relative a questa situazione, compreso il calcio. Un’occasione per lo sport per rigenerarsi e ripartire più di prima”.

“Per il calcio – ha continuato – è stato ritenuto però di fare approfondimenti dal Comitato tecnico scientifico, ci sarà un’audizione domani. Bisogna considerare che il calcio non consente distanza di sicurezza, né utilizzo di misure di protezione. Sottolineo poi un dibattito politico inasprito negli ultimi giorni. L’idea di definire con urgenza ora e subito le date va in contrasto con esigenza di analizzare i dati. Le uniche decisioni prese in Europa sono quelle relative a chi si è fermato. Anche l’Inghilterra ha appena posticipato la decisione”.

SPORTAL.IT

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...