,,
Virgilio Sport SPORT

Correa fuori dal coma indotto, ma è corsa contro il tempo per salvargli le gambe

I medici dell'ospedale di Londra hanno avviato la lenta procedura di risveglio del pilota americano di Formula 2.

Juan Manuel Correa è fuori dal coma indotto. Il pilota statunitense, vittima del tragico incidente che è costato la vita al collega Anthoine Hubert lo scorso 31 agosto durante la gara di Formula 2 a Spa-Francorchamps, in Belgio, è stato staccato dal respiratore dai medici dell'ospedale di Londra, che hanno quindi avviato la procedura di risveglio dal coma indotto dopo tre settimane.

"Oggi Juan Manuel è stato staccato dall'Ecmo (la procedura di ossigenazione extracorporea a membrana, che serve a ventilare i polmoni e a mantenere in vita il paziente, ndr) e svegliato dal coma indotto – si legge nella nota ufficiale pubblicata dalla famiglia del pilota -. Mentre questa è una grandissima notizia e il passo più grande nella giusta direzione per un suo recupero, c'è però un'altra corsa contro il tempo".

Una corsa contro il tempo che è indispensabile vincere per poter salvare gli arti inferiori di Correa, che hanno subito gravi danni a causa dell'incidente: purtroppo, però, l'intervento chirurgico di cui il 20enne ha bisogno richiede massima efficienza da parte dei polmoni, una condizione difficile da rispettare dopo circa venti giorni di coma indotto. Ed è qui che i medici inglesi devono prendere le giuste decisioni per consentire al pilota del Sauber Junior Team by Charouz di tornare a riprendere una vita normale.

"Juan Manuel è cosciente, ma non completamente sveglio – confermano i familiari -. I medici riferiscono che ci vorranno alcuni giorni perché lo sia, dopo più di due settimane di coma indotto. Hanno anche affermato che attualmente è fragile e ancora vulnerabile, clinicamente parlando, per cui resterà in terapia intensiva. Le sue condizioni non sono più critiche, ma rimangono gravi".

"La priorità ora passa dai polmoni alle gambe – spiegano ancora i familiari del pilota – dopo le lesioni riportate oltre due settimane fa e inizialmente trattate con un primo intervento chirurgico d'emergenza il giorno stesso dell'incidente, ma non più toccate. Per i dottori è una corsa contro il tempo nell'effettuare un importante intervento chirurgico lasciato in sospeso, in modo da ridurre al minimo i rischi di danni irreversibili alla parte inferiore della gamba destra".

"Purtroppo non si potrà procedere fin tanto che i polmoni non saranno in grado di resistere ad una operazione di lunga durata. Ulteriori dettagli sulle condizioni di Juan Manuel verranno dati non appena disponibili" si legge poi al termine del comunicato della famiglia del giovane pilota.

SPORTAL.IT | 21-09-2019 10:59

Correa fuori dal coma indotto, ma è corsa contro il tempo per salvargli le gambe Fonte: Getty Images

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...