,,
Virgilio Sport SPORT

"Cortocircuito" all'Inter? Ausilio dà le sue spiegazioni

La risposta del direttore sportivo nerazzurro al collega Petrachi dopo il mancato scambio Politano-Spinazzola.

Il presunto e cosiddetto "cortocircuito" (parole di Gianluca Petrachi) generatosi tra la Roma e l'Inter, ma soprattutto all'interno della società nerazzurra tra Beppe Marotta e Piero Ausilio, continua a far discutere. Il ds della società capitolina aveva inquadrato una situazione molto confusa all'interno dell'Inter nella gestione dello scambio tra Politano e Spinazzola, fino a far saltare l'affare. E sulla questione è stato lo stesso Ausilio a voler fare chiarezza sulla situazione.

"Dico sin da subito che queste saranno le ultime parole del nostro club in merito, perché l'argomento dal nostro punto di vista è chiuso – la sua premessa ai microfoni di 'Sky Sport' -. Probabilmente il cortocircuito di cui parla il ds della Roma è a lui ben noto, dato che ci si è trovato spesso anche lui, specie in sede di conferenza stampa o interviste. Spetta a lui spiegare cosa intende per cortocircuito".

Quindi la presa di posizione sugli equilibri dirigenziali dell'Inter: "Lo tranquillizzo dicendogli che all'Inter siamo tutti allineati. Se una negoziazione inizia è perché tutte le componenti sono concordi, e lo facciamo perché Conte, Ausilio, Marotta e il presidente convergono tutti sulla bontà dell'affare. Se questo è un pensiero che il ds della Roma non ha, il problema è suo".

Quindi una ulteriore stoccata a Petrachi: "Tra colleghi servono però educazione, rispetto e professionalità. Io parlo solo di Inter e non della Roma. Mi piacerebbe che anche gli altri colleghi di società che non sono la nostra si occupassero dei problemi loro. Detto questo, in casa Inter si tratta solo di situazioni che abbiamo vissuto con la più totale armonia".

In tutto questo Politano resta un giocatore dell'Inter: "Lui è una risorsa del club, ma se l'occasione giusta si presenterà cercheremo di accontentarlo – la promessa di Ausilio -. Noi siamo stati chiari, è un attaccante e quindi se andrà via troveremo soluzioni per migliorarci".

Una delle quali è Moses del Chelsea, su cui il ds nerazzurro non si sbilancia troppo: "C'è un principio di accordo, il suo club si è reso disponibile a parlarne, noi ne stiamo parlando e faremo una valutazione in queste ore. Può essere una buona opportunità".

E sullo sfondo rimane il sogno Eriksen: "Parliamo di un giocatore importantissimo, la sua situazione contrattuale ha attirato tutte le big d'Europa. Noi ci stiamo provando, ci siamo presentati ufficialmente al Tottenham".

SPORTAL.IT | 20-01-2020 22:21

"Cortocircuito" all'Inter? Ausilio dà le sue spiegazioni Fonte: Getty Images

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...