,,
Virgilio Sport SPORT

Covid-19, vertice Figc-Cts: i nodi del protocollo, aggiornamenti

Nel pomeriggio di giovedì si confrontano il comitato e la Federcalcio

In queste ore si consumerà l’ennesimo e necessario vertice tra Federcalcio e Comitato tecnico scientifico, per i dovuti correttivi al protocollo che potrebbe sancire la chiusura del campionato e di una stagione tormentata. Segnata dalla pandemia e oggi condizionata, davvero, anche dalla novità che riguarda un giocatore del Torino – asintomatico – risultato comunque positivo al tampone.

Tema della discussione: il protocollo per garantire, lunedì 18, la ripresa degli allenamenti collettivi. Un altro appuntamento importante, forse ancora di più, sarà quello con il premier Giuseppe Conte, una conference call nella quale si parlerà di come riaccendere il motore del calcio e più in generale di tutto lo sport (in questo caso con il presidente del Coni, Giovanni Malagò spiega il Corriere dello Sport).

Gravina, presidente Figc, ha la sensazione che stiano arrivando i giorni decisivi e si capirà se la linea che ha portato avanti con grande fermezza, insieme al presidente della Lega Dal Pino e all’ad De Siervo, riuscirà a portare a una soluzione che sblocchi anche la situazione medico e politica.

I punti del protocollo sul tavolo Figc-Cts

Giovedì dalle 15.30 alle 16.30 ci sarà l’atteso confronto-chiarimento con il Cts su cui dovrà lavorare la Figc, che prenderà nota delle osservazioni che i consulenti dell’esecutivo faranno, poi sarà corsa contro il tempo per apportare le modifiche abbracciando anche le indicazioni in arrivo dalla Fmsi.

Le criticità sono numerose: la quarantena per i contatti stretti dell’eventuale nuovo positivo (art. 1 del dpcm del 21 febbraio) durante il ritiro o il periodo con partite ravvicinate, passando per le tante complicazioni nell’organizzare le trasferte del gruppo squadra, soprattutto in quelle città dove il contagio è ancora elevato.

Le questioni aperte per la ripartenza del calcio

In teoria oggi però si parlerà del protocollo per gli allenamenti che comunque qualche spostamento, pur limitato, deve essere per ragioni di forza maggiore contemplato. Ad esempio, lo spostamento albergo-ritiro ai campi di allenamento come si dovrà gestire? I contatti con lo staff? Il distanziamento? La convivenza nello spogliatoio come sarà? Alcune domande che sembravano fino a qualche mese fa di scarsa, scarsissima rilevanza.

VIRGILIO SPORT | 07-05-2020 10:48

Covid-19, vertice Figc-Cts: i nodi del protocollo, aggiornamenti Fonte: ANSA

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...