Virgilio Sport

De Ligt spinge la Juventus: "Corsa a tre per lo scudetto"

De Ligt parla del suo primo anno alla Juventus: “Il goal contro il Torino mi ha reso ciò che sono adesso. Venivo criticato e mi risollevò”.

02-07-2020 15:40

De Ligt spinge la Juventus: "Corsa a tre per lo scudetto" Fonte: PROSHOTS

Approdato la scorsa estate alla Juventus per diventare uno dei pilastri della linea difensiva del futuro, Matthijs De Ligt in realtà, a causa anche di un brutto infortunio occorso a Giorgio Chiellini, ha dovuto velocizzare il suo periodo di adattamento al calcio italiano.

Oggi, a soli 20 anni, è già uno dei titolari inamovibili della difesa e negli ultimi mesi il suo rendimento è diventato sempre più costante e decisivo. Il gioiello olandese, in un’intervista rilasciata a Sky, ha parlato della sua prima annata in bianconero e della corsa al titolo che vede attualmente la sua Juve impegnata.

“La corsa con Lazio ed Inter è molto avvincente. Contro il Genoa abbiamo segnato tre goal molto belli e soprattutto importanti. Quello di Dybala è stato meraviglioso e tecnicamente perfetto, poi ci sono stati quelli di Cristiano Ronaldo e Douglas Costa”.

De Ligt ha acquisito sempre maggiore sicurezza con il passare dei mesi.

“Adesso mi sento molto meglio e anche di testa sono più tranquillo. E’ questa una cosa importante per giocare. In Italia ho trovato tante tipologie di attaccanti: c’è Lukaku che è potente e veloce, o Immobile che è fortissimo spalle alla porta. Ogni squadra ha attaccanti forti e diversi e tutte le partite rappresentano una sfida. Io prima delle gare cerci di studiarli, questo al fine di riuscire a giocare meglio”.

Il campionato ha regalato un emozionante testa a testa in vetta.

“L’Inter in questo momento è qualche punto indietro, ma è una grande squadra. Restano ancora nove partite da giocare e saranno tutte importanti. Sarà una sfida tra noi, Lazio ed Inter, sono loro le squadre alle quali dobbiamo stare attenti”.

Nel prossimo turno la Juventus sarà attesa dal Derby della Mole con il Torino.

“E’ una partita speciale, perché tutte e due le squadre vogliono vincere per la città e per i loro tifosi. Noi dovremo far meglio soprattutto in difesa, non dobbiamo concedere occasioni. Il Derby d’andata rappresenta uno splendido ricordo per me perché in quella gara ho segnato il mio primo goal italiano. Quella cosa mi risollevò il morale perchè stavo ricevendo delle critiche in quel periodo e rese felice me e tutta la squadra. Grazie a quel goal sono diventato ciò che sono adesso”.

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...