SPORT

SQUADRE DI SERIE A

  1. Home
  2. CALCIOMERCATO

Donnarumma, è scontro con il Milan anche sul prezzo

Secondo gli agenti il valore del giocatore è crollato, i rossoneri non ci stanno.

In un modo o nell'altro Gigio Donnarumma continua a restare sotto i riflettori in casa Milan. Le ultime vicissitudini del portiere classe '99, dagli errori in finale di Coppa Italia al rifiuto dei tifosi di prendere la sua maglia, hanno reso più amaro il finale di stagione dell'estremo difensore rossonero, ripiombato nel clima bollente della scorsa estate, quando trovò faticosamente l'accordo per il rinnovo di contratto.

Secondo indiscrezioni Donnarumma sembra ora davvero convinto a dire addio al club, e anche in società sta crescendo la convinzione che una cessione del gioiello sia ormai inevitabile. Ma, anche in questo caso, riaffiorano i contrasti tra l'entourage del giocatore e il duo Mirabelli-Fassone.
Secondo la Gazzetto dello Sport, infatti, il Diavolo ha fissato una base d'asta da 70 milioni di euro, la stessa cifra che era stata pensata come clausola rescissoria da inserire nel nuovo contratto firmato in estate (poi saltata). 

Un calcolo che non convince affatto l'agente del ragazzo, Mino Raiola, che ora, secondo indiscrezioni riportate dal Corriere della Sera, parla di valore più che dimezzato dopo la deludente stagione trascorsa in rossonero, con cifre che si avvicinerebbero più ai 30 milioni di euro. Inoltre, solo il Paris Saint Germain si sarebbe concretamente interessato al giocatore.

A margine del premio Gentleman, il direttore sportivo Massimiliano Mirabelli si era così espresso a Sky sulla questione Donnarumma: " Noi dobbiamo pensare che è un nostro patrimonio, ci auguriamo che rimanga con noi. Così come per gli altri giocatori. Se può partire? Per le cessioni valgono due regole: il giocatore ci deve esprimere la volontà di andare via e ci vuole un club che soddisfi le esigenze del Milan. Donnarumma non è venuto da noi a dirci che vuole andare via. Noi stiamo lavorando per rinforzare la squadra e non per smantellarla".

"Il suo valore? Mi sembra esagerato parlare di queste cose. I club, se ci saranno, faranno le loro offerte e noi vedremo se ci soddisfano. Donnarumma è un patrimonio del calcio italiano, vale tantissimo. Conosciamo il mercato, pensiamo che valga veramente tanto. Non abbiamo messo in preventivo il fatto di venderlo. Una cosa del genere ci spiazza. Aspettiamo e facciamo quello che dobbiamo fare. Questo vale per tutti. Vogliamo giocatori che vogliono partecipare al nostro progetto. Vogliamo gente convinta. Qualora venisse un giocatore ci vogliono due fattori: che ce lo dicono e un’offerta soddisfacente".

SPORTAL.IT | 15-05-2018 11:00

Donnarumma, è scontro con il Milan anche sul prezzo
Atalanta-Milan 1-1
Fonte: Getty Images

TAG:

SPORT TREND