,,
Virgilio Sport SPORT

Donnarumma torna a parlare e stupisce tutti

Il portiere del Milan si sfoga su Instagram cercando la riappacificazione con i tifosi attraverso una smentita delle parole pronunciate da Raiola.

All’indomani della clamorosa contestazione subita dai tifosi del Milan, scagliatisi contro Gianluigi Donnarumma con uno striscione molto duro esposto in Curva Sud durante la partita di Coppa Italia contro il Verona che esortava, il giovane portiere rossonero è tornato a parlare durante la festa di Natale del club rossonero.

Donnarumma, sorpreso dalle telecamere della Rai in lacrime nello spogliatoio prima della partita dopo la contestazione subita nel riscaldamento, ha parlato, o meglio si è espresso attraverso un post sul proprio profilo Instagram, smentendo clamorosamente quanto detto dal proprio agente Mino Raiola.

L’agente italo-olandese aveva fatto accenno a presunte violenze morali subite dal proprio assistito in sede di trattativa per il rinnovo, sfociata poi nella firma fino al 2021 vergata ad inizio luglio. Violenze che potrebbero essere il preludio ad una clamorosa rescissione del contratto, già a gennaio, ma Donnarumma ha smentito tutto con queste parole.

“E’ stata una brutta serata e non me l’aspettavo! Non ho mai detto né scritto di aver subito violenza morale quando ho firmato il contratto. Nonostante tutto guardo avanti e testa alla prossima partita… Forza Milan!”.

Il tutto dopo essersi dichiarato tifoso del Milan e aver detto di sognare di realizzare un gol come quello subito contro il Benevento e segnato dal collega di ruolo Alberto Brignoli.

Donnarumma è comparso alla festa accompagnato da Rino Gattuso, che al termine della gara contro l’Hellas si era speso in una difesa accorata di Gigio, non escludendo un intervento pubblico del proprio giocatore, puntualmente verificatosi poche ore dopo.

Vedremo se ‘il giallo di Natale’ in casa rossonera si chiuderà qui, magari attraverso una nuova riappacificazione tra Donnarumma e i tifosi, intanto non si è fatta attendere la replica di Mino Raiola, attraverso un lungo comunicato molto duro verso quanto detto dal ds rossonero Max Mirabelli:

“Prendo atto di quello che dice Mirabelli su di me e contro di me, dopotutto siamo in un paese democratico e può dire quello che pensa. Mirabelli ha un problema personale contro di me e usa Gigio Donnarumma per attaccarmi. Ma io non ne farò un circo mediatico e, ancor di più, non voglio che questo venga fatto sulla pelle di Gigio. Risponderò a Mirabelli nei luoghi appropriati e al momento giusto. Gigio non c’entra niente e non ha fatto niente di male e quindi non è giusto strumentalizzarlo per fare guerra a me. Anche perché è evidente a tutti che il problema del Milan non è Gigio, né tantomeno Antonio. Stranamente poi né Mirabelli, né la società hanno commentato lo striscione che è apparso ieri allo stadio. Noi non abbiamo mai imposto al Milan di prendere Antonio. E’ stata una scelta tecnica di Mirabelli che ora dovrebbe quanto meno difendere (…) Il mio interesse oggi è solo che Gigio venga lasciato tranquillo e solo così potrà fare il suo meglio. Questa dovrebbe essere anche la priorità del ds del Milan (…) A Mirabelli oggi fanno comodo queste polemiche perché tolgono l’attenzione dal vera problema del Milan: il suo progetto tecnico (…) Ho letto tante cose false e assurde che non ha neppure senso commentare o smentire. Delle questioni dei contratti dei miei assistiti non ho mai parlato in pubblico e non lo farò ora (…) Se ci fossero dei problemi e se fosse necessario mi troverò con il dott. Fassone e cercheremo delle soluzioni. Ma questo non solo per Gigio o Antonio, anche per qualsiasi altro mio giocatore”.

SPORTAL.IT | 14-12-2017 21:50

Donnarumma torna a parlare e stupisce tutti Fonte: 123RF

Tags:

Leggi anche:

SPORT TREND

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...