,,
Virgilio Sport SPORT

Dopo la Cina l'America: Milan, spunta una soluzione oltreoceano

Il proprietario dei Miami Dolphins, franchigia NFL, sarebbe interessato al Diavolo.

Dopo i russi, ecco gli americani. La società Milan fa gola a tanti. In attesa di capire se Yonghong Li troverà il modo di continuare la sua avventura alla guida del club rossonero (in questi giorni dovrebbe versare i 10 milioni di euro necessari per la ricapitalizzazione di circa 38 milioni di euro decisa ad inizio mese), il gruppo Elliott, possibile nuovo proprietario del Diavolo, starebbe ricevendo sempre più offerte per il prestigioso club.

Nelle ultime ore, ci sarebbe un nuovo facoltoso imprenditore interessato al Diavolo. Il nome sarebbe quello di Stephen M. Ross, noto al grande pubblico per aver fatto fortuna con l’edilizia e, in particolare, per essere il patron dei Miami Dolphins, una delle franchigie più blasonate dell’NFL (valutata, da Forbes, nel 2017, per un valore pari a 2,575 miliardi di dollari). Classe 1940, Ross è, infatti, uno degli uomini più ricchi al mondo: il suo patrimonio è stato infatti stimato in circa 7,4 miliardi di dollari. E’ anche il proprietario dell’Hard Rock Stadium, la “casa” dei Dolphins.

Dopo la candidatura del russo Alisher Usmanov (smentita), ecco ora il sondaggio dell’americano Ross. Voci che confermano come, al momento, la conferma di Yonghong Li al comando del Milan non sembra così certa. Dovesse subentrare il gruppo Elliott, non è da escludere una vera e propria asta per la scalata al Milan. Ross, grande appassionato di calcio, si sarebbe già fatto avanti, così da capire come muoversi per diventare il nuovo proprietario del Milan.

L’interesse dell’imprenditore per il mondo del pallone, del resto, è noto: c’è proprio lui dietro il lancio dell’International Champions Cup, il torneo creato nel 2013 e che in estate vede i più prestigiosi club europei e mondiali sfidarsi in una serie di amichevoli sparse per Stati Uniti, Cina e Singapore. E in passato già si è parlato di una sorta di SuperLega, una specie di Champions League con 24 squadre provenienti dai cinque massimi campionati europei sempre uguali negli anni: insomma, un torneo sul modello dei campionati major americani (NBA, NFL, MLB).

SPORTAL.IT | 27-03-2018 10:20

Dopo la Cina l'America: Milan, spunta una soluzione oltreoceano Fonte: 123RF

Tags:

Leggi anche:

SPORT TREND

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...