Virgilio Sport

Dramma Zanardi, il terzo bollettino di sabato. Parla l'autista del tir

"Quadro clinico tutto sommato buono, ma non si escludono danni alla vista": questi gli aggiornamenti del pomeriggio da Siena sulle condizioni dell'atleta emiliano.

20-06-2020 22:12

Nessun miglioramento, ma anche nessun peggioramento, nelle condizioni di Alex Zanardi dopo il drammatico incidente subito nella giornata di venerdì durante “Obiettivo tricolore”, evento organizzato a Pienza da Obiettivo 3, della quale Zanardi è fondatore.

Dopo aver superato la notte, l’atleta paralimpico sta ancora lottando tra la vita e la morte, è ancora intubato, sedato e in coma farmacologico. Il bollettino delle 18.10 del policlinico Santa Maria alle Scotte di Siena parla di “quadro clinico tutto sommato buono. Le condizioni cardiorespiratorie sono stabili, è sempre ventilato meccanicamente e anche i parametri metabolici restano stabili” ha detto il professor Sabino Scolletta, direttore del dipartimento di emergenza-urgenza.

Confermato quindi quanto detto nella tarda mattinata: in questa situazione si può solo attendere, augurarsi che non ci siano peggioramenti per poi valutare l’entità dei danni subiti. A livello neurologico, ma anche della vista.

Ancora Scolletta: “C’è naturalmente da confermare la gravità del quadro neurologico e questo andrà valutato nella prossima settimana quando le condizioni ce lo permetteranno. Ci possono essere anche delle conseguenze per la vista e quindi abbiamo anche chiesto delle consulenze agli oculisti perché c’è qualche lesione anche oculare. Il trauma è anche facciale, e quindi è probabile che ci siano lesioni di quel tipo. Avremo delle stime oculari fra qualche giorno”.

“Stessa cosa a livello neurologico, i sedativi non ci consentono di poter fare una valutazione neurologica, il quadro è talmente compromesso che ci impone una terapia farmacologica per dare stabilità. Difficile dire anche quando potremmo togliere questa sedazione. In caso di stabilità è probabile che la prossima settimana, sentendo i nostri consulenti e il chirurgo che lo ha operato, potremo pensare di poter sospendere la sedazione”.

Se tutto procederà per il meglio Zanardi potrebbe essere svegliato tra lunedì e martedì.

Intanto arrivano le prime parole dell’autista del tir contro il quale si è scontrato Alex, attraverso l’avvocato Arcioni di Grosseto:

“Se lo è trovato quasi di fronte all’uscita della curva e meno male che è riuscito a dare una sterzata e a buttarsi verso il limitare della corsia. L’impatto è stato sul fianco altrimenti sarebbe stato un urto frontale con conseguenze ancora più deleterie. Il mio assistito è molto provato e trattandosi di un personaggio così straordinario ha subito ancora di più psicologicamente l’accaduto. È stato portato in stato di choc al pronto soccorso, è risultato negativo agli esami tossicologici e all’alcoltest. Inoltre la velocità del camion in quel punto, fatto di tornanti, era molto, molto contenuta”.

SPORTAL.IT

Leggi anche:

Caricamento contenuti...