,,

Virgilio Sport SPORT

Ecco l'Inter che vuole Marotta

Biasin interpreta parole e pensieri del dg nerazzurro

Dovrà essere armonica, equilibrata, non dipendente da un singolo e con giocatori di esperienza che sappiano far crescere i giovani. Ecco, secondo Fabrizio Biasin, come deve diventare l’Inter secondo Giuseppe Marotta. L’ex dg della Juve ieri ha dato qualche spunto sulle sue idee, senza sbilanciarsi troppo, mantenendo il profilo basso, e senza fare troppi nomi. Eppure qualcosa di preciso l’ha detto, pur non chiarendo che succederà ad Icardi e Spalletti. E non è poco, perchè una cosa sarà l’Inter con Maurito ed altro sarà l’Inter con un nuovo centravanti, così come una cosa sarà mantenere la continuità tecnica confermando Spalletti ed altro sarà ripartire da zero con chiunque venga. Che sia il più ambito, ovvero Conte, o altri.

I CARDINI – Per Icardi bisogna trovare un’intesa reciproca. Marotta ha fatto capire che c’è anche la volontà del giocatore che sarà decisiva, come a dare un indizio che il primo a voler cambiare aria sarebbe proprio il bomber argentino ma ancor più centrale è il tema del tecnico. Biasin, nel suo editoriale su Tmw, scrive: “Marotta rispetta moltissimo il lavoro di Spalletti, ma questo non significa che non abbia mosso le sue pedine per ragionare su un’Inter che possa essere “la sua Inter”. E la sua Inter, Marotta, la immagina con Conte in panchina”.

IL MERCATO – Nelle idee del dg ci sono diversi acquisti da fare, sia pur nel rispetto dei paletti del FpF ma un nome che balla è quello di Dybala: “Marotta apprezza moltissimo Dybala, Dybala apprezza moltissimo Marotta. L’affare è molto difficile (Marotta dovrebbe recuperare i quattrini necessari attraverso le cessioni), ma un incastro (ripetiamo, difficile) potrebbe trovarsi a prescindere da Icardi”. Sul perchè poi Marotta abbia incensato la Juve pronosticandola come protagonista assoluto ancora per qualche anno, Biasin ha le idee chiare: “deve essere vista come una valutazione “strategica” e anche orgogliosamente autoreferenziale (del resto se la Juve ha raggiunto certe vette, il merito è soprattutto suo). Lanciare in questo momento la sfida “verbale” ai bianconeri avrebbe pochissimo senso”. Per costruire il suo capolavoro interista, Marotta parte da Godin e poi pensa ad altri acquisti: “Marotta vuole uno spogliatoio solido, un mix di giovani che siano già “spendibili” a San Siro (i Barella di turno) e giocatori d’esperienza che abbiano un curriculum vincente. Solo chi ha già vinto può aiutare a vincere chi non ha vinto niente”.

SPORTEVAI | 16-04-2019 08:33

Ecco l'Inter che vuole Marotta Fonte: Ansa

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...