,,
Virgilio Sport SPORT

Europa League, San Siro spettrale ma l'Inter vince e passa il turno

Contro il Ludogorets finisce 2-1 in rimonta: a segno Biraghi e Lukaku nel match giocato a porte chiuse.

L’Inter si prende gli ottavi di finale di Europa League battendo per 2-1 il Ludogorets, bissando a Milano la vittoria ottenuta all’andata a Razgrad. E i nerazzurri chiudono ogni discorso già nel primo tempo, quando Cristiano Biraghi e Romelu Lukaku rispondono all’iniziale gol ospite segnato da Cauly Souza. Per il resto ben poca fatica per la Beneamata, che vince ma lo fa in un clima quantomeno particolare.

Un San Siro completamente vuoto per l’allarme Coronavirus accoglie Inter e Ludogorets in un’atmosfera spettrale: le urla di giocatori e allenatori rimbombano nell’impianto i cui spalti sono deserti. Ma questo non distrae i nerazzurri, con Conte che ripropone Eriksen come titolare e nel tandem offensivo si affida a Sanchez e Lukaku.

La primissima iniziativa è del Ludogorets, che però concede tanti spazi nei quali i nerazzurri si infilano a piacimento quando decidono di accelerare. Così Lukaku si fa metà campo di corsa e poi non riesce a battere il portiere Iliev con il destro.

Sono poi Sanchez e Eriksen ad andare alla conclusione, con Iliev sempre attento e Terziev che devia in corner quando il portiere ospite non riesce ad arrivarci. Il gol che sblocca la partita, però, è segnato proprio dal Ludogorets al 26′.

Il marcatore è Cauly, che riceve da Cicinho e si sbarazza con le cattive della marcatura di Godin per poi scaricare il pallone in rete da posizione defilata. Ci sono dubbi per l’intervento sull’uruguaiano, ma l’arbitro convalida.

L’Inter però non si lascia spaventare e già al 32′ trova il pareggio: Eriksen apre sulla sinistra per Biraghi, che tenta una conclusione deviata da Terziev in maniera imparabile per Iliev.

Il discorso qualificazione di fatto si chiude qui, anche perché nei minuti di recupero del primo tempo Lukaku porta in vantaggio l’Inter con un fortunoso colpo di testa dopo che Iliev gli aveva respinto una prima incornata.

Nella ripresa Conte deve subito rinunciare a Barella (in campo Brozovic), ma i suoi non corrono mai reali rischi. Anzi, non mancano le possibilità di calare il tris.

Il primo a sfiorarlo è Sanchez, che servito proprio da Brozovic colpisce una clamorosa traversa. Poi Lukaku libera un bolide mancino che il bravo Iliev devia sul palo.

Il risultato non cambia più. Ma nel silenzio di San Siro non serviva altro: Inter agli ottavi.

SPORTAL.IT | 27-02-2020 23:07

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...