,,
Virgilio Sport SPORT

F1: Ferrari, per il dopo Vettel ci sono già due nomi

Il tedesco è sotto contratto fino al 2020 ma se le tensioni con Leclerc dovessero acuirsi non è da escludere un addio anticipato.

Partito come prima guida e alla ricerca di un titolo mondiale che gli manca dal 2013 e che, soprattutto, non ha neanche sfiorato da quando è approdato alla Ferrari, Sebastian Vettel non riuscirà nell’impresa neanche quest’anno. E ora ha un problema in più: Charles Leclerc.

Sono ancora cinque la gare da correre per il Mondiale 2019, poi ci sarà da pensare a quello successivo: ed ecco che, nel caso in cui le tensioni tra i due piloti di Maranello dovessero acuirsi, uno diverrebbe di troppo. E non è di certo il monegasco.

Vettel potrebbe anche decidere di andare altrove (si fa il nome della Red Bull, che durante l’anno ha avvicendato Gasly e Albon al fianco di Verstappen) lasciando un sedile libero. Per la sua sostituzione stanno già cominciando a circolare i primi nomi, due in particolare.

Il primo è quello di Daniel Ricciardo, australiano che tanto bene ha fatto proprio in Red Bull, ma che è legato da un contratto con la Renault. Il secondo è quello di Nico Hulkenberg, che non ha alcun accordo per il 2020 e che è un pilota di grande affidabilità.

La maturazione di Leclerc è stata più veloce del previsto. Si pensava potesse fare da spalla al suo più esperto compagno e in effetti il team, per buona parte della stagione, si è visto costretto a penalizzarlo a favore del più esperto compagno.

La doppietta colta a Spa e a Monza dall’ex pilota dell’Alfa Romeo Racing ha però rimescolato le carte e Vettel, nonostante si sia poi sbloccato a Singapore, ha capito di avere perso la leadership all’interno della squadra. La conferma in tal senso è arrivata a Sochi, quando ha ricevuto degli ordini di scuderia perentori: avrebbe dovuto lasciare spazio a Leclerc, che tra l’altro era partito per la quarta volta consecutiva dalla pole position, replicando quanto realizzato nel 2000 da Michael Schumacher.

SPORTAL.IT | 02-10-2019 12:44

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...