,,
Virgilio Sport SPORT

Gp Spagna pagelle: dominio Hamilton, Ferrari imbarazzante

Il racconto curva per curva dell'atteso gran premio di Spagna, il quinto della stagione

Lewis Hamilton domina da par suo il Gran Premio di Spagna, quinta prova del Mondiale di Formula 1. L’inglese ha battuto il poleman Valtteri Bottas con tanto di giro veloce riconquistando la vetta della classifica. Ennesima doppietta in casa Mercedes: 5 su 5 da inizio stagione. Delusione ancora per le Ferrari con Vettel e Leclerc ai piedi del podio andato alla Red Bull di Max Verstappen.

Ordine d’arrivo Gran Premio di Spagna (66 giri): 1. Hamilton; 2. Bottas; 3. Verstappen;  4. Vettel; 5. Leclerc; 6. Gasly; 7. Magnussen; 8: Sainz; 9. Kvyat; 10. Grosjean

Gran Premio di Spagna le pagelle

C’è poco da dire per Lewis Hamilton, voto 10 e lode stavolta visto che ribalta lo smacco della qualifica imponendosi allo start e poi dominando la gara, sempre, in lungo e in largo. Bottas voto 8, torna nei ranghi con una gara in stile “scorso anno”, veloce ma non troppo, vorrei ma non posso, ma si prende 18 buoni punti utili per lottare per il Mondiale. Verstappen voto 8 è sempre più ragioniere e per ora si prende quel che può, il podio, perchè per battere le Mercedes voto 10 e lode (5 doppiette fanno dieci appunto), ci vuole ben altro. Capitolo dolente sono le Ferrari voto 5 periodico come le gare vissute senza, o quasi, sussulti. Una corsa passata a “litigarsi” la posizione e le strategie tra Vettel e Leclerc voto 6 per non aver combinato guai, perdendo solo tempo. Peccato solo per la manovra all-in del tedesco allo start, se riusciva era un piccolo capolavoro ma in questo momento gira tutto storto.

Rivivi il live del Gp Spagna

FINITA! Vince Lewis Hamilton davanti a Valtteri Bottas, cinque doppiette su cinque per la Mercedes. A podio la Red Bull di Verstappen. Poi sconsolate le Ferrari di Vettel 4° e Leclerc 5°

giro 66: inizia l’ultimo giro sempre con Hamilton in testa e Vettel a 1″5 dal podio

giro 65: penultimo giro con poche emozioni, almeno tra i primi

giro 64: Grosjean difende la zona punti da Albon

giro 63: ultimi tre giri

giro 62: iniziati gli ultimi 5 giri ma Vettel non riesce ad avvicinare Verstappen

giro 61: anche Kvyat ha superato Grosjean forse in crisi di gomme

giro 60: si sono sgranati i primi 5

giro 59: alla fine Sainz riesce a superare Grosjean, ed è 8°

giro 59: fanno a sportellate in zona punti, ora è la volta di Sain e Grosjean

giro 58: Vettel ha perso qualcosa da Verstappen, un secondo e mezzo dall’olandese

giro 57: al momento in lotta serrata solo le due Haas per il 7° posto, lotta cruenta con Magnussen che ha portato all’esterno Grosejan

giro 56: Vettel è a circa un secondo da Verstappen, in ballo c’è il podio!

giro 55: altro giro veloce di Hamilton che si mette al sicuro il punto aggiuntivo in classifica

giro 54: Hamilton subito giro veloce con gomme morbide

giro 53: tutto confermato davanti, Vettel ha provato a uscire di scia chiuso da Verstappen mentre dietro Gasly è quasi riuscito a passare Leclerc che ha chiuso la porta e Gasly si è dovuto difendere da Magnussen

RIPARTITI! Leclerc deve difendersi da Gasly

giro 52 iniziato ora ancora dietro la Safety Car, alla fine si riparte!

saranno 15 giri da vivere in clima da qualifica!

giro 50: tutto pronto a questo punto per la ripartenza

giro 49: viene dato l’ordine ai doppiati di sdoppiarsi da Hamilton per lasciare i primi senza macchine in mezzo doppiate

giro 49: sono ancora in corso le operazioni per sgombrare la pista dei detriti e della Racing Point di Stroll e la Mclaren di Norrs. Si riparte uno dietro l’altro. 1. Hamilton; 2. Bottas; 3. Verstappen;  4. Vettel; 5. Leclerc; 6. Gasly

giro 48: a meno di venti giri dalla fine torna tutto in discussione, almeno la lotta per il podio con Verstappen che ripartirà con le due Ferrari alle costole

giro 47: tutti ai box chi ancora non aveva cambiato gomme, Hamilton e Leclerc

giro 47: INCIDENTE NORRIS-STROLL, SAFETY CAR IN PISTA!

giro 46: si ferma Bottas, mette gomma morbida

giro 46: Vettel è a 6″ da Verstappen, entrambi stanno recuperando tanto su Leclerc

giro 45: Verstappen rientra quinto in mezzo alle due Ferrari. Leclerc è sul podio ma ha gomma dura e un po’ usurata

giro 44: Verstappen si mette al riparo dall’undercut di Vettel, pit stop Red Bull

giro 43: giro veloce di Vettel che prova a mettere pressione a Vestappen!

giro 42: Vettel supera subito Gasly ed è 5°

giro 41: Vettel rientra sesto dietro Gasly

giro 40: Vettel va ai box, secondo pit ancora gomma gialla!

giro 39: dai team radio Ferrari emerge un po’ di nervosismo tra Vettel e Leclerc sulle richieste reciproche di sorpasso

giro 38: Vettel ha fatto un buon tempo e ha rosicchiato un po’ su Verstappen

giro 37: Hamilton ha sempre 8″ su Bottas che ne ha 4″ su Verstappen. Vettel è staccato di 12″ dal podio

giro 36: si ripete la storia a parti invertite, ora Leclerc è andato in crisi perdendo subito terreno rispetto a Vettel

giro 35: Leclerc lascia passare Vettel

giro 34: abbiamo superato metà gara, continua la lotta in casa Ferrari. Ad avvantaggiarsi è il solo Verstappen!

giro 33: Leclerc chiude la porta in faccia a Vettel! I due Ferrari in lotta

giro 32: Vettel ha chiesto al team di chiedere a Leclerc di lasciarlo passare

giro 31: Vettel con gomme gialla (media) è dentro la zona drs da Leclerc

giro 30: giro veloce di Bottas che però è a 8″ da Hamilton

giro 29: tutti si sono fermati una volta, il solo Leclerc ha messo la gomma bianca, la più dura forse per arrivare fino a fine gara

giro 28: si ferma Hamilton che ovviamente mantiene la testa della corsa, si è fermato anche Grosjean che quindi lascia spazio alle due Ferrari all’inseguimento di Verstappen

giro 27: si ferma Bottas, resta secondo

giro 26: rientra ai box Leclerc e mette la gomma bianca, altro problemi alla posteriore sinistra

giro 25: giro veloce di Vettel che è alle spalle di Grosjean

giro 24: Vettel supera Magnussen ed è 6°

giro 23: si ferma anche l’altra Red Bull di Gasly, Verstappen è 4° e Vettel 7°

giro 23: Vettel è risalito in 8° posizione

giro 22: Verstappen rientra alle spalle del compagno Gasly

giro 21: Leclerc sta recuperando su Verstappen che infatti si ferma ai box, per lui gomma soft

giro 20: Vettel rientra decimo con un piccolo intoppo alla posteriore sinistra. Sempre più sfortunato il tedesco

giro 19: Vettel ai box, mette la gomma gialla!

giro 18: Hamilton ha già cominciato i doppiaggi

giro 17: Vettel sta chiedendo un cambio gomme perchè è in crisi

giro 16: il vantaggio di Hamilton sale a 4″

giro 15: giro veloce ancora per Hamilton

giro 14: Leclerc ha 4″ da Verstappen, forse tardivo l’ordine di scuderia in casa Ferrari?

giro 13: altro giro veloce di Hamilton, ha 3″5 di vantaggio su Bottas

giro 12: è evidente che Vettel ha rovinato le gomme provando l’all in in partenza sulle Mercedes, non riuscito

giro 11: c’è l’ordine di scuderia, Vettel lascia passare Leclerc

giro 10: sempre Leclerc nei tubi di scarico della Ferrari di Vettel

giro 9: nuovo attacco accennato di Leclerc a Vettel

giro 8: Verstappen è staccato di 5″ dalle Mercedes. Mentre le Ferrari stanno perdendo terreno anche sulla Red Bull, quasi 3″ Vettel da Verstappen

giro 7: Leclerc è incollato a Vettel, vediamo se ci saranno ordini di scuderia interni

giro 7: Giovinazzi prova a cambiare strategia, cambio gomme con le “dure”

giro 6: giro veloce di Hamilton ma i tempi sono tutti ravvicinati tra i primi

giro 5: in partenza da registrare il fuori pista di Raikkonen che è ripartito ultimo ma ha già recuperato un paio di posizioni. Giovinazzi è invece 15°

giro 4: dietro i primi 5 c’è Gasly e le due Haas di Grosjean e Magnussen

giro 3: altro giro veloce di Bottas che rosicchia un altro decimo a Hamilton.

giro 2: Bottas fa il giro veloce e resta sotto i 2″ da Hamilton. Le Ferrari stanno provando a reagire

giro 1: Hamilton va via con 2″ su Bottas mentre le Ferrari sono costrette ancora di più a inseguire

PARTITI! Hamilton ha bruciato Bottas in partenza, Vettel ha provato il colpaccio all’esterno ma il rischio non ha pagato, superato anche da Verstappen. Ferrari quarta e quinta!

Partito il giro di formazione, vediamo la griglia di partenza

PRIMA FILA
1 Valtteri Bottas (Mercedes) – 1:15.406
2 Lewis Hamilton (Mercedes) -1:16.040

SECONDA FILA
3 Sebastian Vettel (Ferrari)
4 Max Verstappen (Red Bull)

TERZA FILA
5 Charles Leclerc (Ferrari)
6 Pierre Gasly (Red Bull)

QUARTA FILA
7 Romain Grosjean (Haas)
8 Kevin Magnussen (Haas)

QUNITA FILA
9. Daniil Kvyat (Toro Rosso)
10. Lando Norris (McLaren)

SESTA FILA
11. Alexander Albon (Toro Rosso)
12. Carlos Sainz (McLaren)

SETTIMA FILA
13. Daniel Ricciardo (Renault) *3 posizioni di penalità dopo incidente al GP d’Azerbaijan
14. Kimi Raikkonen (Alfa Romeo)

OTTAVA FILA
15. Sergio Perez (Racing Point)
Nico Hulkenberg (Renault) *PARTIRA’ DALLA PIT LANE

NONA FILA
17. Lance Stroll (Racing Point)
18. Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo) *5 posizioni per sostituzione del cambio

DECIMA FILA
19. Robert Kubica (Williams)
20. George Russell (Williams) *penalità di 5 posizioni per sostituzione del cambio

Parliamo di gomme: le simulazioni della Pirelli danno come strategia di gara più veloce quella a due soste con un secondo stint con le gomme soft al giro 22, e un passaggio finale alla mescola media a partire dal giro 45. Ci sarà qualcuno che proverà l’azzardo di una sola sosta? Vedremo…

Mancano 20 minuti alla partenza, le vetture sono oramai tutte disposte sulla griglia di partenza. La prima curva sarà determinante nel duello tra Bottas ed Hamilton con la speranza che Vettel possa inserirsi nella lotta

Manca poco più di mezz’ora all’inizio della gara, le monoposto stanno lasciando i box per prendere la pista e posizionarsi in griglia di partenza. Il nostro Giovinazzi ancora sfortunato: sostituisce il cambio della sua Alfa Romeo e dovrà partire 19esimo in griglia

In casa Ferrari invece nonostante gli aggiornamenti alla power unit e le novità aerodinamiche le rosse non sono riuscite ancora a impensierire le Mercedes per la pole. Vettel è terzo, Leclerc solo quinto. Con tanto rammarico nelle loro parole post qualifica

Manca un’ora all’inizio della gara, inizia il conto alla rovescia per lo start. Ecco il report delle qualifiche di ieri. Tutti si chiedono se e quanto reggerà questo Bottas alla pressione di una lotta per il Mondiale e interna alla Mercedes contro il fenomeno Hamilton. Per ora il finlandese sta tenendo alla grande

Amici di Virgilio benvenuti alla diretta live del Gran Premio di Spagna quinta prova nel calendario del Mondiale di Formula 1, la prima in Europa. Con le Mercedes ancora a monopolizzare la prima fila, con Bottas sempre più in palla e in pole, con le Ferrari costrette una volta di più a inseguire, la gara sulla pista di Montmelò a Barcellona, scatterà alle ore 15:10 e la vivremo come sempre insieme.

Gp di Spagna da Barcellona Montmelò: le qualifiche

Il leader del Mondiale Valtteri Bottas si è preso anche la pole del GP di Spagna, la terza consecutiva. Il finlandese della Mercedes ha dominato le qualifiche, rifilando oltre sei decimi al compagno di scuderia Lewis Hamilton (+ 0”634), che partirà con lui in prima fila. Niente lotta per la pole per le Ferrari: partirà 3° Sebastian Vettel, 5° per Charles Leclerc, battuto anche dalla Red Bull di Verstappen. In top ten anche l’altra Red Bull di Gasly, le due Haas di Grosjean e Magnussen. Nono tempo per un ottimo Kvyat con la Toro Rosso, decimo per Ricciardo con la Renault, che però dovrà retrocedere di tre posizioni dopo la penalità comminatagli a Baku: partirà 13°.

Gp Spagna di F1: Ferrari ancora alla ricerca di uno squillo

Dominio Mercedes a tutto spiano finora. In 4 gare le frecce d’argento hanno fatto altrettanto doppiette, due vittorie a testa per Hamilton e Bottas con il finlandese che ha vinto l’ultima corsa a Baku ritornando in testa alla classifica del Mondiale piloti con un punto in più dell’inglese campione in carica. E la Ferrari? Finora solo le briciole per la rossa che a Baku è tornata sul podio con Vettel ma che è lontana dalla lotta per il Mondiale costruttori ed è ancora alla ricerca del primo successo in stagione. Che sia la volta buona?

Caratteristiche del Gp di Montmelò

Il gran premio di Spagna 2019 si disputa sul tracciato di Montmelò, in Catalogna a una ventina di km di distanza da Barcellona. Il circuito è lungo 4,653km e i piloti dovranno percorrere 66 giri in senso orario per complessivi 307 km. Il record sul giro è stato stabilito nell’edizione 2018 da Daniel Ricciardo su RedBull in 1:21,670. Il tracciato è caratterizzato da 16 curve molte delle quali piuttosto ampie e guidabili. Le auto viaggiano con un carico aerodinamico piuttosto alto e questo non consente di raggiungere velocità superiori ai 320 km/h neanche nel lungo rettilineo. Il consumo di pneumatici è piuttosto cospicuo anche a causa della qualità dell’asfalto, delle tante curve e delle impurità presenti sul manto stradale. Per questo anche quest’anno è probabile che i team saranno costretti a tattiche di gara con diverse soste. Particolarmente temuta la curva “Elf” che chiude il lunghissimo rettilineo principale e che nel passato è stata teatro di incidenti. Per favorire i sorpassi sono state aggiunte varianti e curve secche.

VIRGILIO SPORT | 12-05-2019 14:00

Gp Spagna pagelle: dominio Hamilton, Ferrari imbarazzante Fonte: Ansa

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...