,,
Virgilio Sport SPORT

GP Singapore pagelle: bentornato Vettel, Leclerc 2° mastica amaro

Curva per curva il racconto del 14esimo gran premio della stagione 2019

Sebastian Vettel vince il Gran Premio di Singapore di Formula 1. Alle sue spalle Charles Leclerc per una grande doppietta della Ferrari (che mancava da Ungheria 2017), terza vittoria consecutiva di Maranello. A podio la Red Bull di Verstappen. Fuori dal podio le due Mercedes: Hamilton solo quarto davanti a Bottas. A punti anche Albon, Norris, Gasly, Hulkenberg e Giovinazzi che si prende un punto dopo essere stato in testa

GRAN PREMIO DI SINGAPORE ordine d’arrivo: 1. Vettel; 2. Leclerc; 3. Verstappen; 4. Hamilton; 5. Bottas;  6. Albon; 7. Norris; 8. Gasly; 9. Hulkenber; 10. Giovinazzi

GP Singapore: le pagelle

Non si vincono 4 Mondiali di Formula 1 per caso. Sebastian torna a recitare da grande pilota e con una furbata si prende la vittoria anticipando tutti, compagno compre: 10 a Vettel non glielo toglie nessuno anche per bilanciare i tanti 5 di questa stagione. Leclerc voto 9 prende e porta a casa vedendo sfumare quel tris di vittorie che pure avrebbe meritato. Il ragazzo c’è, questa delusione gli farà comunque bene, è un fenomeno e lui lo sa. Ma signori la Ferrari merita voto 10 e lode perchè vincere a Monza e Spa di motore ci sta, vincere su un circuito dove tutti pronosticavano l’ennesima paga stagionale è un bel segnale. Verstappen voto 8 si fa una gara di rincorsa, senza strafare come già fatto quest’anno tante volte dimostrando la sua maturità che gli regala il podio davanti alle Mercedes voto 5 per una volta. Frecce d’argento spuntate con Hamilton voto 6 e Bottas voto 5 costretti a fare i semplici vagoni di un trenino lontano dalla locomotiva. Un 7 di stima a Giovinazzi che ha preso un punto ma si è fatto un viaggio di qualche giro in testa. Voto 0 alla Safety Car che ha anestetizzato la corsa per tre volte nel finale.

ARRIVO IN PARATA PER LE DUE FERRARI – Sebastian Vettel vince il Gran Premio di Singapore di Formula 1. Alle sue spalle Charles Leclerc per una grande doppietta della Ferrari, terza vittoria consecutiva di Maranello. A podio la Red Bull di Verstappen. Fuori dal podio le due Mercedes: Hamilton solo quarto davanti a Bottas. A punti anche Albon, Norris, Gasly, Hulkenberg e Giovinazzi che si prende un punto dopo essere stato in testa
GRAN PREMIO DI SINGAPORE ordine d’arrivo
1 VETTEL 0
2 LECLERC +2.641
3 VERSTAPPEN +3.178
4 HAMILTON +4.424
5 BOTTAS +5.569
6 ALBON +8.887
7 NORRIS +10.936
8 GASLY +11.797
9 HULKENBERG +12.362
10 GIOVINAZZI +13.651
ULTIMO GIRO per le due Ferrari in testa!
PENULTIMO GIRO per Vettel davanti a Leclerc
giro 59: Hamilton minaccioso finalmente dietro Verstappen. Magnussen si prende il giro veloce ma non il punto
3 GIRI ALLA FINE: Vettel sta andando via. BOTTAS GIRO VELOCE
giro 58: VETTEL GIRO VELOCE!! Glielo toglie Kvyat che però non è in top ten quindi non prende punti
5 GIRI ALLA FINE: Vettel continua a volare, Leclerc è quasi a 2 secondi
giro 56: VETTEL GIRO VELOCE!!! Si prende anche il punto addizionale. Leclerc a un secondo e mezzo
giro 55: girano in fotocopia Vettel e Leclerc. Hamilton minaccioso dietro Verstappen
giro 54: anche se Leclerc proverà a vincere fino alla fine, c’è all’orizzonte una doppietta Ferrari
giro 53: Leclerc è sempre ad un secondo da Vettel, incollati i due
giro 52: Giovinazzi passa Magnussen ed è 10° in zona punti
10 GIRI ALLA FINE: riparte la gara
Mancano 20 minuti e 10 giri, siamo là con la fine della gara
INCREDIBILE SAFETY CAR!!! La terza in una decina di giri
Contatto Kvyat e Raikkonen, Iceman ha la peggio RITIRO
giro 50: Gasly e Hulkenberg superano Magnussen.
giro 49: Le due Ferrari sembrano andar forte, Verstappen non tiene il passo delle rosse
giro 48: rientra la SC, gara aperta.
giro 47: Divertente Team radio Leclerc: “Voglio tutto dalla macchina in questo finale di gara”. Il box Ferrari: “Abbiamo bisogno di portare le due macchine al traguardo”. Charles: “Non farò nulla di stupido”.
giro 46: mancano 32 minuti allo scadere delle due ore
giro 45: Giovinazzi al momento è 13°
Sicuramente una buona notizia per Vettel che con gomme usurate farà altri giri senza forzare
giro 44: SAFETY CAR DI NUOVO IN PISTA
giro 43: si ritira Perez che era a punti
giro 42: Leclerc è attaccato a Vettel, un po’ più staccati Verstappen ed Hamilton che è quello con le gomme più giovani, solo una quindicina di giri di vita
giro 41: Gasly supera Stroll ed è 11°. Giovinazzi supera Stroll ma c’è contatto, la Racing Point ai box
giro 40: RIENTRA LA SAFETY CAR. Comincia una gara sprint di 20 giri con le Ferrari davanti
Mancano 21 giri ma soprattutto poco più di 40 minuti allo scadere delle due ore di durata di una gara per regolamento
giro 39: data a Sainz la possibilità di sdoppiarsi ma lo spagnolo è ultimo
Ancora LECLERC team radio: “Posso attaccare Seb?”. Risposta del box: “Sì ma in sicurezza!”. La Ferrari non vuole perdere la vittoria e soprattutto la doppietta
LECLERC POLEMICA COL TEAM: “Perchè avete fatto fermare prima Vettel?!!?”. Il monegasco si trova dietro al tedesco e protesta per la scelta del box di aver fermato prima Vettel creando l’undercut
giro 38: si è rifermato anche Giovinazzi, peccato per il nostro pilota che ha atteso una Safety Car che è arrivata il giro dopo la sua sosta
giro 37: si fermano Hulkenber, Sainz e Kvyat, nessuno tra i big
SAFETY CAR
giro 36: contatto Grosjean e Russell che finisce a muro ma non c’è Safety Car per ora in pista
dopo aver avverato il sogno di stare in testa Giovinazzi si ferma ai box, la sua gara però rovinata dalla scelta del suo box, rientra 15°
giro 35: Vettel ha 5″ di vantaggio su Leclerc
giro 34: i primi sono tornati…ai primi posti
giro 33: le due Ferrari davanti, stanno arrivando anche Verstappen e Hamilton
giro 32: Leclerc  e Verstappen superano Gasly
giro 31: Vettel supera anche Giovinazzi ed è in testa per la prima volta in questo GP
giro 30: Vettel supera in staccata Gasly ma si prende un rischio incredibile
giro 29: Vettel ha superato anche Ricciardo ed è 3°
giro 29: Leclerc finalmente passa Stroll
giro 28: Stroll chiude la porta a Leclerc che è insidiato da Leclerc
giro 28: Vettel ha superato Stroll
Giro 27: c’è GIOVINAZZI IN TESTA!!!
HAMILTON AI BOX!
giro 26: Vettel ha preso Stroll
giro 25: Hamilton resta in pista
giro 24: GIOVINAZZI è 2° ma si deve fermare
BOTTAS AI BOX
giro 23: tra un po’ Vettel riprenderà Stroll e Ricciardo da superare e non sono doppiati
giro 22: Lewis Hamilton resta in pista per provare l’overcut
giro 21: LECLERC RIENTRA DIETRO VETTEL
LECLERC AI BOX!
giro 20: Vettel è rientrato 10°, Verstappen 12°
VETTEL E VERSTAPPEN AI BOX
giro 19: RISCHIA GROSSO LECLERC che tocca il muretto in uscita, tutto ok però per la Ferrari
giro 18: Vettel ha perso un po’ di contatto con i primi due
giro 17: per la prima volta Leclerc scende sotto l’1:48
giro 16: Lelcerc alza un po’ il ritmo, Hamilton team radio: “le gomme cominciano a faticare”
giro 15: si ferma Raikkonen ai box, giro veloce Perez
giro 14: Kvyat giro più veloce ed è 18° per farvi capire come sta andando la gara e come Leclerc sta anestetizzando la corsa in attesa del primo pit stop
giro 13: in fondo alla classifica qualcuno comincia a fare i primi pit stop, Perez e Kvyat
giro 12: per il momento è un trenino che va a velocità di crociera davanti
giro 11: l’unico a dare spettacolo è Ricciardo che ha appena passato in incrocio e staccata Kvyat. L’australiano è 12°
giro 10: Hamilton team radio: “Non posso andare più lento di così” messaggio indiretto a Leclerc che sta andando troppo piano
giro 9: Leclerc non forza il ritmo, il suo obiettivo è allungare la vita delle gomme e ritardare il primo pit stop. Da vedere se e come la Mercedes cercherà di giocare con le strategie, magari giocando la carta Bottas
giro 8: Verstappen è il più vicino a Vettel ma i primi 6 sono in 6 secondi. Intanto Ricciardo supera Stroll, è 13°
giro 7: Ricciardo che era partito ultimo in griglia è risalito in 14° posizione
giro 6: in questo momento stanno andando tutti senza forzare i primi 6 ed infatti Hulkenberg è il più veloce in pista in fondo dopo aver fatto il pit stop con gomma dura nuova
giro 5: tutti staccati di un secondo i primi 6 mentre è ottimo l’ottavo posto di Giovinazzi
giro 4: sgranati ma i primi 6 sono molti vicini, bene anche Albon alle spalle di Bottas
giro 3: dopo aver resistito a Vettel, Hamilton è tornato vicino a Leclerc
giro 2: Hiulkenberg toccato finisce ai box per sostituire il musetto, ha forato Sainz nello stesso contatto
giro 1: Leclerc è primo davanti a Hamilton e Vettel. Verstappen
PARTITI! Leclerc tiene la pole e resta davanti a Hamilton che resiste agli attacchi di Vettel
Tutto pronto per il giro di formazione

Leclerc mira il tris dopo Monza e Spa, Hamilton vuole tornare a ruggire da leader del Mondiale e Vettel che cerca riscatto ma occhio a Verstappen

Ecco la griglia di partenza del Gran Premio di Singapore

PRIMA FILA
Charles Leclerc – Ferrari in 1:36.217
Lewis Hamilton – Mercedes 1:36:408

SECONDA FILA
Sebastian Vettel – Ferrari 1:36.437
Max Verstappen – Red Bull 1:36.813

TERZA FILA
Valtteri Bottas – Mercedes 1:37.146
Alexander Albon – Red Bull 1:37.411

QUARTA FILA
Carlos Sainz – McLaren 1:37.818
Nico Hulkenberg – Renault 1:38.264

QUINTA FILA
Lando Norris – McLaren 1:38.329
Antonio Giovinazzi – Alfa Romeo Racing 1:38.697

SESTA FILA
Pierre Gasly – Toro Rosso
Kimi Raikkonen – Alfa Romeo Racing

SETTIMA FILA
Kevin Magnussen – Haas
Daniil Kvyat – Toro Rosso

OTTAVA FILA
Sergio Perez – Racing Point
Lance Stroll – Racing Point

NONA FILA
Romain Grosjean – Haas
George Russell – Williams

DECIMA FILA
Robert Kubica – Williams
Daniel Ricciardo – Renault

Manca meno di un’ora alla partenza del Gran Premio di Singapore, le monoposto stanno per prendere la loro posizione in griglia. Ricordiamo che Ricciardo che era finito in top ten partirà dietro in griglia per irregolarità nella sua power unit Renault

Amici di Virgilio Sport buona domenica e benvenuti alla diretta live del Gran Premio di Singapore di F1. Non c’è due senza tre è il mantra in casa Ferrari che parte di nuovo davanti a tutti con il sempre più strepitoso Charles Leclerc autore di un’altra pole position capolavoro. Dopo le due vittorie in Belgio e a Monza il pilota monegasco vuole ripetersi non solo in qualifica, dove ha stracciato ancora una volta la Mercedes del leader del Mondiale, Lewis Hamilton che gli partirà al fianco in prima fila. Segnali di risveglio, anche se è stato ancora battuto dal compagno, per Sebastian Vettel terzo in griglia. Con il tedesco in secondo fila ci sarà la Red Bull di Max Verstappen, solo quinto Bottas con l’altra Mercedes davanti alla RB di Albon. Buona decima piazza per il nostro Giovinazzi su Alfa Romeo.

F1, la situazione in classifica piloti e costruttori

La classifica piloti della F1 2019 dice che Lewis Hamilton resta nettamente al primo posto nonostante la mancata vittoria di Monza. L’anglo-caraibico ha totalizzato fin qui 284 punti frutto soprattutto di 12 podi su 14 gran premi disputati finora, con 8 vittorie. Non vince dal gp d’Ungheria e sembra essersi messo in una posizione attendista: cerca di amministrare l’enorme vantaggio per arrivare comodamente al suo sesto titolo mondiale. Al secondo posto della classifica c’è il suo compagno di scuderia alla Mercedes, il finlandese Valtteri Bottas con 221 punti e ancora segnato dal finale amaro a Monza. Terzo Max Verstappen su Red Bull che di punti ne ha messi insieme 185, ma alle sue spalle è tornato prepotentemente sotto il baby fenomeno di casa Ferrari Charles Leclerc che, dopo le ultime 2 vittorie negli ultimi 2 gp è risalito al quarto posto con 182 punti. Quinto in classifica e sempre più ai margini del progetto futuro del Cavallino Seb Vettel con 169 punti.
Nella classifica costruttori ovviamente domina la Mercedes con 505 punti, seguita dalla Ferrari con 351 punti e dalla Red Bull con 266.

Caratteristiche del gp di Singapore

Il gran premio di Singapore si disputa sul circuito di Marina Bay. E’ un tracciato cittadino nelle strade più importanti di Singapore e ha una lunghezza di 5.065 m: i piloti devono percorrere 61 giri per un totale di 309 km, uno dei gp più lunghi della stagione. Il circuito ha alcune particolarità molto rilevanti, oltre appunto a essere inserito in un contesto urbano: il gp si disputa in notturna, grazie a un grandioso impianto di illuminazione artificiale e i piloti girano in senso antiorario (uno dei rari casi nella F1 attuale). La pista è molto tortuosa con 23 curve e i sorpassi sono quasi impossibili: anzi per favorire lo spettacolo e le operazioni di sorpasso nel corso degli anni sono state apportate modifiche. In questa gare sono molto sollecitati i freni a causa dell’andamento sinuoso del percorso e delle condizioni meteo condizionate dall’umidità e dal caldo. Il gp così lungo ha sempre ripercussioni pesanti sui consumi. Le gomme invece non dovrebbero essere particolarmente sollecitate, per questo Pirelli ha portato a Singapore la gamma più morbida.

VIRGILIO SPORT | 22-09-2019 13:00

GP Singapore pagelle: bentornato Vettel, Leclerc 2° mastica amaro

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...