,,
Virgilio Sport SPORT

F1, la Ferrari difende la strategia. Vettel: "Errore al pit stop"

Il team di Maranello è finito sotto accusa da parte di tifosi e addetti ai lavori.

La strategia a due soste della Ferrari ad Abu Dhabi è stata messa sotto accusa da parte di tifosi e addetti ai lavori: Charles Leclerc, rientrato quando era secondo, ha infine chiuso al terzo posto, mentre Sebastian Vettel, partito quarto, è scivolato al quinto a fine gara.

Il team principal Mattia Binotto ha però difeso la strategia: "Charles aveva 2,5 secondi di vantaggio su Verstappen, il quale stava però aumentando il suo ritmo e poteva arrivargli a tiro di undercut. Per noi fermarsi presto e andare con le dure – le dure dovevano durare tutta la gara, quella era l’indicazione che avevamo da venerdì – era un buon modo per rimanere davanti, garantire posizione e portarsi in fondo. Poi così non è stato. Verstappen con gomme più fresche ha potuto poi superare Charles".

“Abbiamo in un secondo momento deciso di fermare una seconda volta Leclerc non perché le gomme non potessero andare in fondo, ma perché poteva farlo senza perdere posizione ed era sicuramente più sicuro in questo modo. Sapevamo che questa non sarebbe stata la gara migliore per noi, guardando anche venerdì e sabato". 

"Dovevamo provare a inventare qualcosa. Se guardiamo al campionato, l’unica cosa che si poteva provare a fare era guadagnare il terzo posto nella classifica piloti con Charles, partendo da 11 punti di svantaggio. Era molto difficile come obiettivo, qualcosa andava provato. Arrivare terzi in gara con Charles è tutto sommato la posizione della nostra vettura oggi".

Sebastian Vettel si è presentato scuro in volto a Sky dopo la gara di Abu Dhabi. Un errore al pit stop, a causa dell'avvitamento di uno pneumatico, ha condizionato la sua corsa: "Questa gara è stata un po’ come la nostra stagione. È stata difficile. La partenza è andata super bene, ma poi non c’è stato niente da fare. Nei primi 3-4 giri con le Soft ero più veloce degli altri, ma senza Drs è stata molto difficile, perché Verstappen aveva la scia di Charles".

"L'errore sul cambio gomme? Mi è dispiaciuto per i meccanici, i nostri pit stop non sono stati forti quest’anno ed anche oggi. Ma non è colpa dei meccanici, tutti loro sono una squadra, sono il cuore della squadra. Questo mi dispiace, ma dopo quell’episodio è stato difficile per noi fare grandi cose in questa gara".

SPORTAL.IT | 01-12-2019 18:14

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...