,,
Virgilio Sport SPORT

F1, la Ferrari mette sotto pressione Vettel e Leclerc

Il Cavallino Rampante arriva in Messico da favorito.

La Ferrari secondo gli addetti ai lavori è la scuderia favorita per il Gran Premio del Messico in programma domenica prossima. La gara verrà corsa ad un’altitudine di 2.286 metri sul livello del mare: la speciale caratteristica, unica in tutto il Mondiale, potrebbe favorire il Cavallino Rampante perchè l’altitudine fa perdere potenza ai motori e richiede impianti di raffreddamento più efficienti, due punti deboli delle Mercedes. Non a caso il team principal Mattia Binotto è chiaro: “Dopo due gare nelle quali avremmo potuto fare meglio, ci presentiamo in Messico con la voglia di portare a casa il massimo risultato“.

“Cercheremo di conquistare la sesta pole position consecutiva per poi puntare al successo – l’avvertimento a Vettel e Leclerc -. Quella messicana è una pista ricca di insidie, alcune delle quali sono legate al fatto che si gareggia a oltre duemila metri, il che rende la messa a punto dell’assetto e dei settaggi della power unit molto difficile con regolazioni che sono specifiche per questo appuntamento”.

“Il layout propone curve di diversa tipologia, ma altresì lunghi rettilinei sui quali di anno in anno vengono battuti i record legati alle velocità di punta. Il compromesso tra top speed e spunto nei cambi di direzione detterà le scelte di carico aerodinamico con le quali entreremo in azione”.

Il boss della Mercedes Toto Wolff al contrario toglie pressione ai suoi piloti, che due settimane fa hanno conquistato il titolo costruttori. “Sappiamo che le quattro gare rimanenti non saranno facili e prevediamo che il Messico sarà la più difficile per noi. L’alta quota della pista presenta alcune sfide insolite in quanto la bassa densità dell’aria influisce sul carico aerodinamico della vettura, sul raffreddamento e sulle prestazioni del motore. È una combinazione che non si adatta particolarmente alla nostra auto, ma daremo tutto per cercare di limitare i danni”.

Poi Wolff torna sui successi della Mercedes: “Quando ci siamo imbarcati in questo viaggio, nessuno avrebbe mai immaginato che saremmo stati in grado di raggiungere tutto ciò. Speravamo di poter vincere delle gare, magari anche un campionato, e rappresentare bene il marchio Mercedes, ma vincere sei doppi campionati consecutivi e battere un record che sembrava imbattibile è una grande soddisfazione”.

“È un risultato che testimonia il duro lavoro, la grande determinazione e la passione di ogni singolo membro del nostro team”.

SPORTAL.IT | 23-10-2019 12:40

Tags:

Leggi anche:

SPORT TREND

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...