,,
Virgilio Sport SPORT

F1, rivoluzione format gare ma c'è un team contrario

La Formula 1 vorrebbe introdurre la Sprint Race ma una scuderia si sta opponendo alla novità rivoluzionaria

Si chiama Sprint Race. Una corsa a griglia invertita che la Formula 1 potrebbe e vorrebbe introdurre già da quest’anno, nel tanto atteso doppio Gran Premio d’Austria che darà il via ai primi di luglio a questo sofferto Mondiale 2020. Condizionale d’obbligo perché c’è un team che si oppone all’introduzione di questa novità. E senza unanimità, in questo caso, la Sprint Race non passerà.

Cosa è la Sprint Race, l’idea che stuzzica la F1

Molte serie motoristiche, auto e moto, hanno introdotto la Sprint Race per vivacizzare i week end di gare. La F1 la sta proponendo ciclicamente nella persona di Ross Brown, braccio destro di Chasey Carey, patron di Liberty Media e quindi del circus. L’eccezionalità di questo Mondiale 2020, che comincerà a luglio e i tre possibili doppi appuntamenti (oltre l’Austria, anche Silverstone e Sakhir in Bahrain) sembrava offrire il fianco alla rivoluzione epocale anche in F1.

Si tratta di un format “diverso” per le qualifiche. Che consiste nel non fare la classica sessione di prove ufficiali per definire la griglia di partenza della gara. Bensì una corsa, al sabato, appunto “sprint”, di 30 minuti ad esempio, con griglia di partenza decisa dalla classifica del Mondiale piloti (o in alternativa dall’ordine di arrivo della gara precedente sullo stesso circuito). In questo modo il leader del campionato (o il vincitore della prima gara) partirebbe ultimo e così via.

Un format a cui la F1 pensa da tempo e che vorrebbe introdurre per le doppie gare per evitare di avere due corse in fotocopia con gli stessi valori in campo a solo una settimana di distanza.

Sprint Race, manca l’unanimità: sì Ferrari, no Mercedes

Stando ai rumors provenienti dal paddock, quanto mai virtuale in questo momento, la maggioranza dei team avrebbe dato parere favorevole alla novità. Solo un team sarebbe contrario. Non si tratta della Ferrari che è d’accordo. La Mercedes ha espresso chiaramente la sua opposizione.

La scuderia delle Frecce d’argento ovviamente, stando ai valori in campo emersi negli ultimi anni e soprattutto negli unici test invernali preseason, è sempre la monoposto da battere e avrebbe tutto l’interesse ad evitare di ritrovarsi con Hamilton e Bottas a giocarsi la griglia di partenza partendo dall’ultimo posto in una Sprint Race.

SPORTEVAI | 31-05-2020 19:27

F1, rivoluzione format gare ma c'è un team contrario Fonte: Ansa

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...