,,
Virgilio Sport SPORT

F1, un particolare preoccupa la Ferrari in vista della gara in Messico

L'altitudine dell'Autodromo Hermanos Rodriguez rappresenta una variabile di difficile lettura per la scuderia del Cavallino.

A pochi giorni dal Gran Premio del Messico, la Ferrari è determinata a riconquistare il gradino più alto del podio dopo le battute d'arresto in Russia e in Giappone, ma c'è un aspetto particolare che preoccupa entrambi i piloti della scuderia del Cavallino: l'altitudine dell'Autodromo Hermanos Rodriguez, che ospiterà la gara il prossimo 27 ottobre. "E' un circuito del tutto particolare, si scende in pista con il massimo carico aerodinamico ma, nonostante questo, la vettura si comporta in modo strano e il livello di aderenza è sempre molto basso" ha dichiarato in merito Charles Leclerc, che punta a prendersi la rivincita dopo essere finito fuori dalla top 5 a Suzuka.

"E' uno dei tracciati che conosco di meno, ma per le sue caratteristiche mi piace, anche per quei muretti sempre molto vicini che apprezzo molto – ha proseguito Leclerc -. L'atmosfera, però, è speciale, come guidare nella zona dell'Arena dove è possibile vedere le due ali di pubblico che fa il tifo sugli spalti".

Anche Sebastian Vettel sa che quello dell'altitudine sarà il problema più grande che dovrà affrontare. "Il fatto di gareggiare a oltre duemila metri ha ovviamente un forte impatto sul comportamento della vettura – ha detto -. Scendiamo in pista con la configurazione a massimo carico aerodinamico ma, a causa dell'altitudine, l'aria è talmente rarefatta che l'effetto che otteniamo in termini di efficienza è minimo".

"Proprio per questo è sul rettilineo di Città del Messico che si ottengono le punte massime di velocità di tutta la stagione – ha poi proseguito il tedesco, reduce dalla seconda posizione conquistata in Giappone -. La conseguenza in negativo di tutto ciò è che la vettura è molto difficile da gestire in curva, perché non c'è il carico aerodinamico che normalmente ci aiuta ad avere una monoposto stabile e precisa".

Punta al bottino pieno il team principal della Ferrari, Mattia Binotto: "Dopo due gare in cui avremmo potuto fare meglio, in Messico vogliamo portare a casa il massimo risultato – ha detto alla vigilia del weekend di gara -. Cercheremo di conquistare la sesta pole di fila per poi puntare alla vittoria. La pista è ricca di insidie, si gareggia a oltre duemila metri ed è quindi molto difficile la messa a punto dell'assetto".

"Anche la power unit richiede settaggi specifici – ha aggiunto Binotto -: con curve di diverso genere, ma pure lunghi rettilinei, il compromesso tra velocità di punta e velocità in curva detterà le scelte con le quali scenderemo in pista".

SPORTAL.IT | 22-10-2019 16:43

F1, un particolare preoccupa la Ferrari in vista della gara in Messico Fonte: Getty Images

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...